Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

I tarli del coro della Cappella di Palazzo Pubblico

La "conservazione dell'arredo originale" lascia a desiderare

di Andrea Pagliantini

SIENA. “La particolarità della Cappella di Palazzo Pubblico risiede più che altro nella conservazione dell’ arredo originale che continua a conferirle un aspetto autenticamente gotico, soprattutto grazie al bellissimo Coro ligneo, scolpito e intarsiato finemente da Domenico di Niccolò, tra il 1415 e il 1428, che rappresenta, in ciascuno dei 21 sedili, i vari articoli del Credo”.
Questo brano, tratto dal sito del Comune di Siena parla di “conservazione dell’arredo originale” senza però tener conto delle reali condizioni di un paio di sedili del suddetto Coro, che, a sentire il personale lì intorno, pare sia tempo perso far presente all’assessore competente in materia (Francesca Vannozzi) il loro stato di incuria finemente perforata dal lavoro indisturbato dei tarli.