Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

A Firenze la prima conferenza del Terzo settore

FIRENZE. Oltre 750 volontari parteciperanno alla prima Conferenza regionale del Terzo settore, promossa da Regione Toscana, in collaborazione con Cesvot (Centro servizi volontariato Toscana) e Forum Terzo settore Toscana. Il Mandela Forum è pronto per accoglierli, con i 30 tavoli già allestiti. La Conferenza, che è la prima in Toscana, ma anche a livello nazionale, chiama l’intero sistema del Terzo settore toscano a riflettere, insieme alle istituzioni, sul futuro assetto delle politiche di welfare toscano.

Le iscrizioni ai tavoli (30 tavoli di lavoro tematici su 10 temi, a ciascun tema sono dedicati 3 tavoli) sono chiuse dal 31 gennaio, quando è stato raggiunto il numero limite di 750: 25 partecipanti per ciascun tavolo. E’ invece aperta e libera la partecipazione alle sessioni plenarie.

Questo il programma della Conferenza, che si terrà sabato 9 febbraio, dalle 9.30 alle 18, al Mandela Forum di Firenze, piazza Enrico Berlinguer: i lavori saranno aperti dall’assessore al diritto alla salute e al welfare Stefania Saccardi. Poi l’introduzione del presidente Enrico Rossi, e i saluti del sindaco di Firenze Dario Nardella, di Gianluca Mengozzi, portavoce del Forum Terzo settore Toscana, e di Luca Iozzelli, coordinatore Consulta toscana Fondazioni bancarie. Quindi Federico Gelli, presidente di Cesvot, presenterà i temi della Conferenza. Dalle 10.30 alle 13.30 il lavoro dei tavoli sui 10 temi, e dopo il pranzo, dalle 15, la restituzione plenaria del lavoro dei gruppi. Alle 17.30 le conclusioni dell’assessore Stefania Saccardi.

Un filo rosso congiunge i 10 temi oggetto dei lavori: identità, mission, bisogni e servizi degli enti del Terzo settore, anche alla luce della recente riforma e dei conseguenti decreti attuativi. Nei gruppi di lavoro tematici, i partecipanti potranno intervenire e condividere proposte e idee. Tutti i contributi saranno poi raccolti in 10 documenti di sintesi e presentati pubblicamente nel corso della stessa Conferenza, come primo risultato del lavoro svolto. Obiettivo della Regione è quello di raccogliere suggerimenti, istanze, riflessioni e idee utili alla programmazione regionale, garantendo così una reale opportunità di co-programmazione a tutti gli enti del non profit toscano.

Questi i 10 temi che verranno affrontati nei 30 tavoli (a ciascun tema sono dedicati 3 tavoli):
1. Identità, forma giuridica, responsabilità e interesse generale
2. Rapporti Terzo settore/enti pubblici: dai registri vigenti al registro unico
3. Rapporti Terzo settore/enti pubblici: il ruolo complessivamente svolto dal Terzo settore nel welfare e nello sviluppo locale
4. Rapporti Terzo settore/enti pubblici: co-programmazione, co-progettazione e convenzioni
5. Ruolo e apporto del volontariato nel Terzo settore
6. Ciclo di vita, rapporti intergenerazionali e giovani nel Terzo settore
7. Formazione per il Terzo settore
8. Misurazione dei risultati e trasparenza per il Terzo settore: dal bilancio d’esercizio al bilancio sociale e alle valutazioni d’impatto sociale
9. Accesso al credito e strumenti finanziari per il Terzo settore
10. Terzo settore e impresa sociale.