Valentini: “Parcheggiare in centro costerà meno”

"Ora è possibile ridurre fino all’azzeramento i bollini ZTL e ARU"

Alessandro Lepri, Bruno Valentini e Fulvio Mancuso

SIENA. “Il risanamento del bilancio comunale ed il buon andamento delle società partecipate consentono progettualità che sembravano impensabili fino a poco tempo fa. In particolare sul tema dei bollini richiesti ai residenti per parcheggiare nelle zone ARU, in prossimità delle mura, e soprattutto nella ZTL del centro storico è iniziato un percorso di riduzione che ha già visto dimezzare il costo delle Aru e calare del 10% il bollino ZTL. Alla luce dei dati attuali dei bilanci del Comune e di Siena Parcheggi, è possibile ipotizzare un'accelerazione di questo processo” dichiara il Sindaco di Siena nella conferenza stampa, convocata a margine dell’assemblea dei soci di Siena Parcheggi.

“Proporremo pertanto ai cittadini, alle forze politiche e sociali, Contrade comprese, un dibattito sull'argomento della sosta nel centro storico e nelle zone limitrofe senza l'assillo di garantire entrate alla Siena parcheggi e, indirettamente, al bilancio comunale. Le modalità di tariffazione, riduzione o di esenzione dal pagamento del parcheggio delle autovetture dei residenti – prosegue il sindaco – potranno essere valutate alla luce delle sole esigenze di vivibilità dei cittadini che vivono nel centro storico”.
“Ad oltre vent'anni dall'introduzione del bollino per parcheggiare nella ZTL (allora erano 50mila lire al mese), oggi abbiamo creato le condizioni finanziarie per decidere liberamente quali siano le misure migliori da adottare nell'interesse di chi vive e lavora nel centro di Siena. Molte città si interrogano su come salvaguardare la propria qualità di vita, nell'evoluzione sociale e demografica, aggredite da flussi turistici crescenti. Siena ha tutti gli strumenti necessari per mantenere una forte identità”, conclude il sindaco Bruno Valentini.
  • andrea

    Intanto sarebbe il caso di salvaguardare i cittadini che attualmente pagano il bollino. Comincino ad impedire a cani e porci di parcheggiare senza permesso nelle ZTL, visto che anche oggi, in pochi metri di Via Campansi, ho contato 7 macchine senza bollino esposto, sia italiane che straniere. Visto che per il momento è ancora (profumatamente) a pagamento, io ne avrei le scatole piene di non trovare posto dove mi spetta, perchè ad un turista non gliene frega niente di rispettare le normative sui parcheggi.