Olbia-Robur: una sfida incrociata tra ex

Carboni è stato l’allenatore del Siena e Mignani dell’Olbia

SIENA. Michele Mignani ha presentato la sfida contro l’Olbia: “E’ ovvio che rispetto alla sfida con l’Arzachena speriamo che il risultato sia diverso: ci aspetta un’altra sfida difficile, quando veniamo a giocare in Sardegna cambiano le dinamiche e ci sono differenze. Affrontiamo una squadra che ha bisogno di far punti, che ha degli stimoli importanti: Carboni è stato l’allenatore del Siena e Mignani è stato l’allenatore dell’Olbia. Sicuramente l’Olbia è una squadra diversa rispetto all’Arzachena, che ha agonismo, intensità ed in casa sua è pericolosa, l’Olbia aggiunge a queste caratteristiche anche la qualità e la tecnica, sono sicuramente pericolosi davanti avendo giocatori importanti per la categoria. La squadra finalmente ha avuto la possibilità di fare una settimana di lavoro, non dimentichiamoci che negli ultimi due mesi forse abbiamo fatto due settimane tipo, e questo non aiuta la crescita della squadra. Abbiamo recuperato un po’ di energie e abbiamo buttato dentro un po’ di pensieri positivi. Per necessità abbiamo quasi sempre cambiato formazione, lo ha imposto il fitto calendario: non abbiamo potuto dare continuità ad un 11, pero’ è anche vero che la rosa offre la possibilità di mettere sempre in campo una formazione competitiva. Di Olbia ho sempre un ricordo bellissimo, ho avuto la possibilità di iniziare qua la carriera: ho lasciato amici sia sportivi che al di fuori del calcio, tornare qui è sempre un piacere”.

Mignani ha convocato 21 giocatori per la sfida di domani con l’Olbia (ore 14:30, stadio Bruno Nespoli di Olbia). Di seguito l’elenco: Aramu, Arrigoni, Brumat, Cefariello, Cianci, Contini, Cristiani, D’Ambrosio, De Santis, Di Livio, Fabbro, Gliozzi, Guberti, Imperiale, Nardi, Romagnoli, Rossi, Russo, Sbrissa, Vassallo, Zanon.