Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

La Robur acciuffa il pari all’ultimo secondo

ROBUR SIENA-AREZZO 1-1 

ROBUR SIENA: Confente; D’Ambrosio, Buschiazzo (21’st Setola), Baroni; Oukhadda (32’st Ortolini), Arrigoni (21’st D’Auria), Gerli, Serrotti, Migliorelli; Polidori (21’st Guidone), Cesarini. All. Dal Canto. A disp. Ferrari, De Santis, Varga, Romagnoli, Da Silva, Andreoli, Panizzi, Argento.

AREZZO: Pissardo, Nolan, Foglia (28’st Piu), Mesina (9’st Cheddira), Cutolo (44’st Sereni), Ceccarelli, Luciani, Corrado, Benucci (9’st Baldan), Rolando, Tassi (9’st Volpicelli). All. Di Donato. A disp. Daga, Mosti, Borghini, Zini, Sbarzella, Caso, Raja.

Arbitro: Luigi Carella (Bari). Assistenti: Roberto Terenzio (Cosenza) e Antonio Severino (Campobasso)

Marcatori: 17’st Baldan, 50’st Guidone

Ammoniti: Luciani, Foglia, Cutolo, Guidone

Espulsi: Rolando

Note: 1971 abbonati, 1642 paganti (534 ospiti) 26777 euro incasso (compresa quota abbonati)

SIENA. Dopo il pareggio con l’Arezzo, le impressioni di Alessandro Dal Canto: “Festeggiamo il pareggio perchè la squadra se lo è strameritato, se la partita fosse finita 0-1 oggi non avrei saputo nemmeno cosa dire ai miei giocatori. Abbiamo fatto un primo tempo di alto livello, non legittimato abbastanza da occasioni da gol vere e proprie, abbiamo fatto pochino negli ultimi venti metri. Ci aspettavamo che l’Arezzo venisse qua con particolare attenzione, abbiamo avuto un predominio abbastanza netto durante tutta la partita”.

Le parole di Marco Guidone: “E’ stata una bella emozione, pareggiare un derby all’ultimo secondo è stata una bella soddisfazione, sia personale che di squadra, era importante non perdere questa partita. Ho dedicato il gol ai miei genitori e a tutta la squadra. Siamo sulla strada giusta, dobbiamo essere più concentrati perchè se non prendiamo gol tante partite possiamo portarle a casa. Vogliamo fortemente vincere in casa, ma non deve diventare un’ossessione. In avanti ci sono parecchie soluzioni, che ci consentono sempre di mantenere l’equilibrio, come oggi, quando nei minuti finali eravamo quattro punte in casa contemporaneamente”.

Il capitano Dario D’Ambrosio: “Sarebbe stato meglio non arrivare a questo finale, abbiamo sempre avuto il pallino del gioco. Siamo rammaricati per come abbiamo subito gol, guardiamo il bicchiere mezzo pieno e portiamo a casa il pareggio. Le partite importanti e delicate si sbloccano spesso sugli episodi, dobbiamo fare di tutto per portare questi episodi dalla nostra parte. La difesa a 3 o a 4 cambia poco, è la seconda consecutiva che giochiamo con questi interpreti ma anche in Coppa Italia ha fatto bene chi ha giocato, non ci sono riserve. Dobbiamo essere più furbi e concentrati in determinati episodi, non riusciamo a passare in vantaggio in casa e dobbiamo cambiare il trend”.