Leaderboards
Leaderboards
Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Sinalunghese, a Signa per rimanere in scia delle Badesse

All’andata finì 0-0 al Carlo Angeletti

SINALUNGA. Dopo la convincente vittoria di domenica scorsa contro lo Zenith Audax, la Sinalunghese si appresta a scendere in campo contro il Signa. Si giocherà alle 14:30 allo “Stadio del Bisenzio” di Signa, in una partita molto complicata per la formazione rossoblù.

I fiorentini infatti sono abbastanza in salute, e vengono da un inizio anno senza sconfitte. Il loro 2020 è incominciato con la vittoria con la Rignanese, a cui sono seguiti tre pareggi consecutivi nelle partite contro Foiano, Colligiana e Antella, tutte terminate 1-1. All’andata la squadra di Cristiani riuscì ad imbrigliare la Sinalunghese, e il match del Carlo Angeletti terminò infatti a reti inviolate, con i rimpianti dei padroni di casa per l’occasione sprecata.

I rossoblù, però, arrivano alla trasferta di Signa con un’altra consapevolezza rispetto ad un girone fa: la squadra di Marmorini ormai non può più nascondere le ambizioni di primato, e giocherà fin dal primo minuto per conquistare tre punti e mantenersi in scia delle Badesse, impegnate in casa della Fortis Juventus. Il tecnico della Sinalunghese ritroverà Redi dall’inizio – smaltita la febbre che lo ha costretto in tribuna domenica scorsa, a fare coppia con un Gerardini in stato di grazia a supporto di bomber Pluchino; il centrocampo appare intoccabile dopo le convincenti prestazioni del trio Camillucci-Pietrobattista-Cerofolini, mentre in difesa è rientrato dopo l’infortunio capitan Calveri, che tuttavia dovrebbe partire di nuovo dalla panchina lasciando spazio sugli esterni a Meoni e Papa, quest’ultimo autore di una grandissima prestazione alla sua prima da titolare con la nuova maglia. Le colonne portanti della retroguardia saranno ovviamente Fanetti e Menchetti, a protezione della porta difesa da Marini.

Se la Sinalunghese lotterà per il primato, il Signa dovrà giocare al massimo per evitare di rimanere invischiato nella zona rossa, da cui è distante solo due lunghezze: la classifica di questo girone B di Eccellenza è cortissima, se si pensa che la quinta forza del campionato (che ad oggi parteciperebbe ai playoff) è avanti di soli tre punti rispetto alla Baldaccio Bruni, che insieme a Sangimignano, Foiano e Fortis è in piena zona playout.