Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Il Poggibonsi supera in casa il Signa per 2-0

Vittoria importante nel turno infrasettimanale del campionato di Eccellenza

POGGIBONSI (r.p.). Non è stata facile per i giallorossi, ingabbiati dai canarini, forti di una evidente superiorità numerica a centrocampo, per ben 60 minuti.

Nel primo tempo i Leoni hanno creato una sola occasione da rete, sfumata per una serie di rimpalli a portiere battuto. Poi, con l’ingresso del laterale Ceccatelli per la mezzapunta Cicali, il Poggibonsi ha trovato un assetto migliore, accorciando i collegamenti tra i reparti, e si è fatto gradualmente più pericoloso, fino a a passare in vantaggio con Riccobono (rigore). Il Signa, costretto ad aprirsi per recuperare il risultato, ha concesso maggiori spazi e ripartenze veloci per gli attaccanti locali, che hanno sfiorato più volte il raddoppio.

Di contro gli ospiti non sono riusciti quasi mai ad arrivare al tiro, pur spingendo nel finale, sempre ben contenuti dalla mediana e dalla difesa giallorossa.. Nel recupero il raddoppio di Motti, in una classica azione di contropiede.

Il contemporaneo pareggio del Grassina con la Colligiana consente al Poggibonsi di accorciare le distanze, portandosi a -2 dalla vetta, ma da qui in avanti conta solo vincere, o comunque mantenere una media di punti molto alta, fino alla fine della stagione.

Domenica prossima la sfida, molto insidiosa, sul campo del Badesse, che veleggia in zona play off.

Le dichiarazioni del tecnico Bifini

Dopo la partita Alessio Bifini ha parlato della prestazione dei suoi uomini: “E’ stata la tipica partita di eccellenza, un esempio principe di quelle che sono le gare di questa categoria: nel primo tempo il Signa ha chiuso tutte le transizioni ed ha pressato molto, nella ripresa abbiamo aggiustato qualcosa e poi abbiamo raggiunto il risultato meritatamente. Il calcio di Eccellenza è questo: il Poggibonsi oggi è riuscito davvero ad essere essenziale, cinico e pratico adattandosi alle condizioni dell’avversario e ottenendo il massimo”.