Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Belmonte: “Felicissimo per tre punti fondamentali”

D'Auria: “Quando ho spazio ci provo sempre”

di Francesco Giustiniani

SIENA. Esordio vincente per Nicola Belmonte sulla panchina bianconera, promosso capo allenatore per una sera dopo le squalifiche di Dal Canto e del vice Lamma. “Prima della partita ero eccitatissimo – esordisce in sala stampa il collaboratore tecnico – sono sensazioni diverse da quando giocavo, ma sono molto felice”. I giocatori sono corsi a festeggiare con lui il gol vittoria. “Sono venuti da me perché sto vivendo un momento familiare difficile” precisa Belmonte, che elogia il Como, rimasto in dieci dopo soli 20 minuti. “Di solito creiamo 15 palle gol a partita, oggi non è stato così per merito degli avversari che erano messi bene in campo. L’importante era ottenere i tre punti – afferma Belmonte – e abbiamo vinto grazie a una grande giocata di D’Auria, la squadra ha fatto tutto quello che ha chiesto Dal Canto. A volte l’uomo in più può sortire l’effetto contrario, anche se da fuori sembra più facile”.

Per Gianluca D’Auria è la quarta rete in campionato: “E’ stato un bel gol, il difensore ha deviato il pallone – spiega l’attaccante bianconero – Quando mi lasciano spazio, ci provo sempre, oggi è andata bene”. “Il Como si è messo in difesa, non era facile per noi”, ammette D’Auria che punta già la Ternana. “Anche la coppa è importante, ci crediamo, mercoledì vogliamo vincere e andare avanti”. Matteo Serrotti è rimasto in campo fino alla fine, nonostante la stanchezza. “E’ stata una partita molto dura – afferma il centrocampista – il Como è una buona squadra. Sono contento per il risultato, abbiamo creato meno occasioni rispetto al solito e siamo stati più lenti a far girare il pallone, anche se con l’uomo in più abbiamo guadagnato 15 metri”.

L’allenatore del Como Marco Banchini mastica amaro per il risultato ed elogia i suoi per come hanno tenuto il campo. “Contano solo i punti – dice – ma oggi abbiamo disputato una buona partita. Siamo stati aggressivi e determinati, faccio i complimenti ai ragazzi. L’inferiorità numerica non si è vista, abbiamo perso solo per la giocata di un giocatore del Siena. Un po’ di esperienza in più ci avrebbe risparmiato il secondo giallo, ma ora dobbiamo pensare alla prossima partita ripartendo dalla buona prestazione di questa sera”.