Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Un Costone rinfrancato sfida la Juve Pontedera

Valerio Angeli

SIENA. Rinfrancato nel morale dalla prima vittoria ottenuta in campionato sul parquet amico del PalaNannini, ma anche dalla grande prova di carattere dimostrata, il Costone si appresta domani (20 ottobre) ad affrontare l’insidiosa trasferta di Pontedera contro una compagine che dagli addetti ai lavori viene accreditata come tra le più forti del girone.

La Juve Pontedera di coach Bandieri viaggia a punteggio pieno in questa fase iniziale del torneo, avendo ottenuto due nette vittorie, la prima in casa con il Colle Basket, mentre nell’ultimo turno Samuele Doveri (41) e company sono andati a espugnare il non facile campo della matricola Valdera. La formazione biancoblu aspetta con grande convinzione i senesi, che, nel frattempo,hanno mosso la classifica vincendo una partita difficile, a causa delle numerose assenze, contro i livornesi della Brusa.

Sul piano degli infortunati, qualcosa dovrebbe migliorare nell’infermeria del Costone, con Vittorio Tognazzi che sembra aver risolto il problema alla caviglia e con Leonardo Chiti che scalpita per rientrare dopo un logo stop che si protrae ormai all’aprile scorso; qualche problema anche per Giulio Carnaroli che ha dovuto rallentare negli allenamenti della settimana. Nulla da fare invece per Benincasa il cui problema muscolare al flessore della coscia non è ancora risolto; di lui se ne riparlerà a metà novembre.

Gara complicata per i gialloverdi, consapevoli di affrontare un’avversaria superdotata, che riesce a esprimere un forte potenziale nel reparto dei tiratori, con dei cecchini scelti di grande qualità. Ma se Siena scenderà in campo con la determinazione vista sabato scorso al PalaNannini contro i labronici, ecco che la gara potrà assumere aspetti imprevisti.

Sono stati chiamati ad arbitrare questo incontro Barbarulo della sezione di Firenze e Venturini della sezione di Lucca.