Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Siena-Montegranaro: la preview dei due tecnici

Clima disteso in casa Mens Sana dopo la vittoria scacciacrisi di Malaga

di Umberto De Santis

SIENA. Il coach della Mens Sana Marco Crespi non parla di Kim English, con cui ha avuto un rapporto complesso dal primo giorno di preparazione fino all’episodio nella gara contro l’Olympiacos (immortalato anche dalla televisione) in cui il giocatore americano sovrasta la voce del tecnico nel timeout. Stamattina al PalaEstra si è allenato, sotto il controllo del viceallenatore Alessandro Magro, anche Spencer Nelson che sta procedendo verso il recupero dall’infortunio alla spalla e potrebbe essere disponibile ben presto, specie in chiave Euroleague. Il doppio colpo della quinta giornata, cioè la vittoria di Siena a Malaga e il recupero interno all’ultimo tuffo dell’Olympiacos in casa contro lo Zielona Gora (che avrebbe vanificato il buzzer beater di Viggiano), mettono al gruppo oggettivo entusiasmo per provare a ribaltare il tavolo continentale nel girone di ritorno.

Ma intanto si torna a pensare al campionato: domenica alle 18.15 arriva la Sutor Montegranaro. Prima dell’allenamento di rifinitura, il coach Marco Crespi anticipa cosa racconterà ai giocatori nella riunione tecnica usuale per far conoscere l’avversario ai suoi ragazzi: “Torniamo dopo la vittoria di Malaga essendo ben consapevoli dell’importanza e della difficoltà della partita contro Montegranaro. La squadra di Recalcati attacca dalla transizione, vuole un ritmo alto; Mayo, Cinciarini e Collins sono sempre aggressivi dal palleggio e Sakic e Skeen, con la loro doppia dimensione interna ed esterna, allargano il campo. Vogliamo continuare a fare piccoli passi avanti. Piccoli e concreti, insieme ai nostri tifosi”.

“Non dirò più che non abbiamo avuto problemi in settimana, come ho fatto 7 giorni fa” sorride Carlo Recalcati nella conferenza stampa del venerdì a Montegranaro, “perché puntualmente ne abbiamo avuti in questa. Skeen infatti è fermo da domenica, ha il ginocchio gonfio, oggi ricomincia ad allenarsi e vediamo come reagisce. E’ fermo anche Rossi, che ha un’infiammazione al piede e non penso che partirà per Siena. Per il resto ci siamo allenati regolarmente. Collins non ha risentito della caduta di domenica, e fortunatamente non ha accusato problemi al rientro. Andiamo a giocare a Siena contro una squadra in forma, come ha dimostrato ieri in Eurolega. E’ una squadra abituata a trovare condizione strada facendo. Anche quando non parte strafavorita perché cambia molto e si rinnova, ha la capacità di fare tanti miglioramenti in corso d’opera, e nella scorsa stagione sono quelli che ne hanno fatti più di tutti. Anche quest’anno sembra stiano battendo la stessa strada”.

“Quella che troverà di fronte la Sutor” dice Recalcati sempre sulla Mens Sana, “è una squadra in crescita che gioca con grande convinzione. Giovedì in Eurolega non ha giocato English, non so se giocherà domenica, e non so se recupera anche Nelson, ma in ogni caso hanno abbastanza giocatori per crearci problemi. In difesa nell’uno contro uno ne avremo le mani piene. Siena è una squadra che fa della coesione difensiva un punto di forza, sarà una bella verifica per noi per vedere a che punto siamo in attacco. Hanno molti modi di difendere, cambiano molto in situazioni di pick and roll. Dovremo essere pronti alle loro varie soluzioni. Sarà una partita in cui sarà importante leggere le diverse situazioni difensive degli avversari. Una possibilità che avremo è quella di sfruttare Skeen sotto canestro; tenendo sempre conto che dovremo comunque valutare le sue condizioni e soprattutto vedere quanto potrà stare in campo”.