La Mens Sana torna a vincere: 81-76 con Agrigento

ON SHARING MENS SANA-M RINNOVABILI AGRIGENTO 81-76 (20-17, 36-35, 55-57)

ON SHARING MENS SANA: Pacher 16, Morais 19, Lupusor 2, Marino 16, Radonjic 2, Ranuzzi 14, Del Debbio, Cepic 3, Prandin 9, Ceccarelli, Ricciardelli, Sanguinetti. All. Moretti

M RINNOVABILI AGRIGENTO: Bell 3, Cannon 24, Evangelisti 7, Cuffaro, Sousa 6, Ambrosin 24, Guariglia 4, Zilli, Pepe, Fontana 8. All. Ciani

ARBITRI: Scrima, Caruso, Morassutti

TIRI LIBERI: Siena 11/14, Agrigento 7/8.

TIRI DA DUE: Siena 20/38, Agrigento 24/47.

TIRI DA TRE: Siena 10/25, Agrigento 7/24.

RIMBALZI: Siena 38 (25/13), Agrigento 36 (23/13).

SPETTATORI: 1819.

SIENA. Ci sono i primi due punti del 2019 nella calza della Mens Sana che torna al successo superando 81-76 Agrigento.

Al PalaEstra, nel match valido per la quindicesima e ultima giornata del girone di andata, primo quarto in equilibrio spezzato dalla tripla di Marino sulla sirena (20-17). Nella seconda frazione i biancoverdi provano ad allungare con Pacher e Morais ma Ambrosin è il primo ad arrivare in doppia cifra e Agrigento resta incollata (36-35). Grande equilibrio anche nel terzo parziale, chiuso dalla tripla dall’angolo di Cannon per il 55-57. Nell’ultima frazione Ranuzzi e Morais trascinano la squadra di coach Moretti verso l’81-76 finale che fa salire la Mens Sana a quota 13 punti in classifica.

I biancoverdi domani beneficeranno di un giorno di riposo. La ripresa degli allenamenti è fissata per martedì mattina: c’è da preparare la prossima sfida di sabato 12 gennaio alle ore 20:30 al PalaEstra contro la Bertram Tortona.

LA PARTITA

Il match s’inaugura con il 6-0 per Agrigento firmato Cannon e Fontana. Subito il contro break biancoverde con quattro punti di Prandin e due di Marino (6-6 dopo 4’). Alla tripla di Fontana rispondono Prandin dalla media distanza e Morais in schiacciata, per il 10-9 al 6’. Guariglia segna in jumper e Pacher da tre punti. Poi Ambrosin piazza un 4-0 per la Fortitudo. Marino taglia in due la difesa per il pareggio (15-15 dopo 9’). Ranuzzi va fino al ferro, ma anche Ambrosin lo imita dall’altro lato del campo. Con la tripla di Marino si chiude il primo quarto sul 20-17 per Siena.

La seconda frazione inizia con il canestro di Guariglia. Poi sale in cattedra Morais con cinque punti consecutivi. Cannon e Sousa provano a ricucire per il 25-23 dopo 14’. Prima Radonjic e poi Cannon segnano da sotto. Anche Lupusor appoggia in penetrazione (29-25 al 15’). Evangelisti buca la retina dalla media distanza e Pacher con due liberi. Ancora Pacher in lay up per il 33-27 dopo 17’. 4-0 Agrigento con Ambrosin e Sousa, ma Pacher schiaccia il 35-31. Ambrosin è caldo e segna quattro punti che pareggiano il match. Un tiro libero di Morais manda le due squadre al riposo sul 36-35 in favore della Mens Sana.

Al rientro dall’intervallo, Agrigento parte fortissimo con il 7-0 di Ambrosin e Cannon. Rispondono Pacher da sotto e Marino da tre punti. La partita s’infiamma con i canestri di Ambrosin, Morais, Cannon e una tripla di Marino. Ambrosin non si ferma e spara ancora dalla media. La bomba di Pacher regala il 49-48 ai padroni di casa dopo 26’. Serie di triple consecutive: Fontana, Prandin e poi Morais (55-51 al 28’). Un break di 6-0 per gli ospiti (Cannon e Sousa) chiude il terzo parziale sul 55-57.

Ultimi dieci minuti di gioco: Morais in fade away segna il pareggio. Cannon fa la voce grossa da rimbalzo d’attacco per il +2 Fortitudo. Cepic dall’angolo piazza la bomba del sorpasso per la Mens Sana e Ranuzzi regala il +3. Ma Ambrosin pareggia dai 6.75. Ranuzzi segna ancora in sottomano (64-62 al 34’). Cannon va a canestro da sotto, Pacher invece con due tiri liberi. Partita sul filo dell’equilibrio con il nuovo pareggio di Evangelisti. Alla bomba di Ranuzzi risponde Cannon dall’area pitturata. Ancora Ranuzzi firma un 2+1 da canestro e fallo subito (72-68 al 37’). 5-0 ospite con Bell e Cannon, ma Marino scuote i “suoi” con tre liberi (75-73 al 38’). Evangelisti spara una tripla pesantissima che vale il +1 Agrigento. Morais taglia in due la difesa e arriva al ferro per il contro sorpasso Mens Sana. 48 secondi da giocare ed è ancora Morais a regalare due punti in sottomano (79-76). Quando mancano 18 secondi da giocare, Bell sbaglia una schiacciata e Pacher i liberi successivi sul fallo sistematico. Sousa prova a pareggiare con una tripla, che si stampa però sul ferro. C’è solo il tempo per due liberi di Ranuzzi, che chiudono il match sull’81-76, regalando un’importante vittoria a Siena..