Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Crespi: "Da campioni degli sfidanti, proveremo a migliorarci"

Ress: 100 partite nei playoff. E settima finale scudetto consecutiva

di Umberto De Santis

SIENA. Sabato è giornata di viaggio per la Mens Sana Basket che parte alla volta di Milano, dove domenica pomeriggio (15 giugno) alle 18:45, ultimo orario fornito da Legabasket (diretta Raisport 2), comincerà contro l’Olimpia Milano la serie di finale playoff che proclamerà la squadra Campione d’Italia 2013-14. Tomas Ress è il capitano e l’anima della formazione toscana e, scendendo in campo al Forum di Assago, è pronto a disputare la settima finale scudetto consecutiva, dopo le sei vittoriose.“Ho un brutto vizio: quando comincio qualcosa, la finisco. E speriamo che si finisca bene. E’ la mia ottava finale in undici anni di carriera, diciamo che ci sono abbastanza abituato… Questa sarà una serie tosta”. Centesima partita di playoff per Ress, a -2 dal record di Carraretto nella Mens Sana, una vita per il basket e anche per Siena: “Numeri importanti, si vede che nella carriera ho fatto le mosse giuste per arrivare fin qui. Ho giocato accanto a tanti campioni, e negli ultimi anni ho avuto anche più spazio per emergere. Adesso possiamo dire che siamo molto contenti del percorso che abbiamo fatto, in una annata complessa come mai. I tifosi ci sono rimasti accanto anche nei momenti più bui e difficili e davvero voglio sempre ringraziarli”.  

A fine mattinata arrivano come di consueto le parole di Crespi prima della partenza, per presentare la sfida: “Una settimana intera per avvicinarsi alla Finale. Una settimana dove il mio compito è stato quello di guidare il piacere-desiderio di questo gruppo in punta di piedi senza disturbare. Milano è oggettivamente la grande favorita, noi siamo i vincitori del campionato degli sfidanti. Il nostro primo obiettivo è di migliorarci ancora possesso dopo possesso con dentro la gioia orgogliosa di giocare questa Finale”.

Fa un po’ effetto presentare le dichiarazioni dell’allenatore avversario – uno degli ex di turno – coach Luca Banchi, secondo allenatore di sempre dopo Dan Peterson e Carlo Recalcati a giocare due finali consecutive con due squadre diverse: “Siamo all’ultimo atto di una stagione molto impegnativa e di un’edizione dei playoff estremamente equilibrata. Affrontare Siena in finale significa fronteggiare la squadra che più di ogni altra ha dimostrato una spiccata identità e continuità di rendimento conquistando la Supercoppa e raggiungendo la finale di Coppa Italia oltre al secondo posto in stagione regolare. Attacco equilibrato, alte percentuali realizzative, efficienza difensiva e versatilità sono alcune delle caratteristiche di Siena che ci obbligheranno a produrre il massimo sforzo per dar vita ad una serie finale di alto profilo”. 

Tra le curiosità statistiche che propone questa serie, si deve rilevare che 7 sono i giocatori che erano in campo anche nella finale dell’anno scorso (Siena-Roma): 4 giocano nell’EA7 Emporio Armani (Kangur, Moss, Hackett, Lawal), 3 nella Montepaschi (Ress, Ortner, Janning, nella foto)). Lavrinovic il top scorer di Siena contro Milano nei playoff (206 in 16 gare), Hairston il miglior marcatore di Milano contro Siena (170 in 12). Sin qui erano 3 i giocatori ad aver giocato nei playoff Milano-Siena in entrambe le squadre: Hawkins, Finley, Marconato.