Coni: il 3 marzo si discutono tutti i ricorsi del caso Fip/Mens Sana

ROMA. Sul sito del Coni è stato pubblicato il seguente comunicato.

“Il Presidente della Quarta Sezione del Collegio di Garanzia, cons. Dante D’Alessio, ha fissato la prossima sessione di udienze della Quarta Sezione, che si terrà il 3 marzo 2017, a partire dalle ore 14.30.

In tale occasione, sarà trattato il ricorso (iscritto al R.G. ricorsi n. 6/2017) presentato, in data 27 gennaio 2017, dal sig. Carmelo Paternicò contro la Federazione Italiana Pallacanestro (F.I.P.) per l’annullamento della decisione assunta dalla Corte Federale d’Appello FIP, di cui al C.U. n. 735 del 10 gennaio 2017, CFA n. 24, pubblicata in pari data, che ha rigettato il reclamo del ricorrente avverso la decisione di inammissibilità disposta in primo grado dal Tribunale Federale della FIP, nonché di tutti gli atti e decisioni presupposti e conseguenti assunti dagli organi di Giustizia FIP e dalla stessa Federazione, fino al pedissequo annullamento e/o revoca del provvedimento di “risoluzione di diritto” del rapporto di collaborazione continuata e coordinata per l’arbitraggio delle partite del Campionato di pallacanestro di Serie A 2016/2017, che è stato adottato dal Presidente della FIP in data 28 ottobre 2016.

Tale sessione di udienze sarà, altresì, preordinata alla discussione di tutti i ricorsi presentati nell’ambito della vicenda connessa alla revoca dei titoli sportivi (scudetti) conseguiti dalla società Mens Sana Basket 1871 nelle stagioni sportive 2011/2012 e 2012/2013, della Coppa Italia 2012 e 2013, nonché della Supercoppa 2013.

In particolare saranno esaminati i seguenti ricorsi:

1) ricorso iscritto al R.G. ricorsi n. 4/2017 , presentato, in data 23 gennaio 2017, dalla sig. ra Olga Finetti (all’epoca dei fatti Segretaria Generale della soc. Mens Sana Basket 1871) avverso la decisione della Corte Federale d’Appello presso la Federazione Italiana Pallacanestro (F.I.P.), di cui al C.U. n. 718 del 3 gennaio 2017 (C.F.A. n. 21), che ha irrogato, in capo alla ricorrente, la sanzione della inibizione per anni tre, fino al 7 ottobre 2019;

2) ricorso iscritto al R.G. ricorsi n. 5/2017, presentato, in data 26 gennaio 2017, dal sig. Ferdinando Minucci (Vice Presidente dal 5 novembre 2004 al 20 giugno 2008, Presidente dal 20 giugno 2008 al 29 dicembre 2009, e, infine, General Manager della Società Mens Sana Basket S.p.a) avverso la decisione della Corte Federale d’Appello presso la Federazione Italiana Pallacanestro (F.I.P.), di cui al C.U. n. 718 del 3 gennaio 2017 (C.F.A. n. 21), che ha irrogato, in capo alla ricorrente, la sanzione della radiazione dalla FIP;

3) ricorso iscritto al R.G. ricorsi n. 8/2017, presentato, in data 1 febbraio 2017, dalla sig. ra Paola Serpi (Vice Presidente della Mens Sana Basket S.p.a. dal 20 giugno 2008 al 29 dicembre 2012 e consulente fiscale deputata per la redazione dei bilanci per la medesima società) avverso la decisione della Corte Federale d’Appello presso la Federazione Italiana Pallacanestro (F.I.P.), di cui al C.U. n. 718 del 3 gennaio 2017 (C.F.A. n. 21), che ha irrogato, in capo alla ricorrente, la sanzione della inibizione per anni tre, fino al 7 ottobre 2019;

4) ricorso iscritto al R.G. ricorsi n. 9/2017, presentato, in data 1 febbraio 2017, dal sig. Luca Anselmi (Amministratore Delegato della Mens Sana Basket S.p.a. dal 5 novembre 2004 al 21 febbraio 2014) avverso la decisione della Corte Federale d’Appello presso la Federazione Italiana Pallacanestro (F.I.P.), di cui al C.U. n. 718 del 3 gennaio 2017 (C.F.A. n. 21), che ha irrogato, in capo alla ricorrente, la sanzione della inibizione per anni tre, fino al 7 ottobre 2019;

5) ricorso iscritto al R.G. ricorsi n. 10/2017, presentato, in data 2 febbraio 2017, dal sig. Cesare Lazzeroni (Presidente della Mens Sana Basket S.p.a. dal 29 dicembre 2012 al 21 febbraio 2014) avverso la decisione della Corte Federale d’Appello presso la Federazione Italiana Pallacanestro (F.I.P.), di cui al C.U. n. 718 del 3 gennaio 2017 (C.F.A. n. 21), che ha irrogato, in capo alla ricorrente, la sanzione della inibizione per anni tre, fino al 7 ottobre 2019;

6) ricorso iscritto al R.G. ricorsi n. 13/2017, presentato, in data 3 febbraio 2017, dalla società Mens Sana Basket 1871 , in persona del rappresentante pro tempore, Antonio Saccone, avverso la decisione della Corte Federale d’Appello presso la Federazione Italiana Pallacanestro, di cui al C.U. n. 718 del 3 gennaio 2017 (C.F.A. n. 21), con cui, a conferma della decisione del giudice di primo grado, sono stati revocati alla società ricorrente i titoli sportivi (scudetti) conseguiti nelle stagioni sportive 2011/2012 e 2012/2013 (scudetti), la Coppa Italia 2012 e 2013, nonché la Supercoppa 2013″.