Virtus alla prima trasferta ad Alba

Coach Tozzi presenta l'incontro del 14 ottobre lle 18

Maurizio Tozzi

SIENA. 

Dopo la sconfitta nella prima uscita stagionale al PalaCorsoni contro San Miniato, la Sovrana Pulizie è attesa ora dalla prima trasferta. Domenica 14 alle 18 i rossoblu affronteranno al Pala 958 la Witt-Acqua San Bernardo Alba.

Alba è alla sua seconda stagione consecutiva in Serie B, dopo la promozione dalla C Gold piemontese di due anni fa e la salvezza dello scorso anno ottenuta al primo turno di Playout, 2-0 contro la Robur et Fides Varese.

Proprio sul campo di Varese i ragazzi di coach Jacomuzzi, che vede al suo fianco in panchina una leggenda del basket italiano come Alessandro Abbio nel ruolo di vice, hanno conquistato anche la prima vittoria di questa stagione per 88-90.

Ecco le parole del coach della Virtus Maurizio Tozzi in vista della prossima partita.

Un esordio difficile con San Miniato, cosa non ha funzionato?

«Sapevamo che avremmo trovato una squadra super attrezzata, ma ci sono poche giustificazioni per l’atteggiamento mostrato in campo. Ci sta di perdere, ma di certo non è quello il modo di farlo. Sul campo non ha funzionato praticamente niente, ma le prime cose che dobbiamo rivedere sono l’atteggiamento e l’approccio».

Testa ora alla trasferta contro Alba, come si presentano gli avversari a questa partita?

«E’ una squadra di quelle con cui dovremo combattere per tutto l’anno, almeno sulla carta. Fisicamente li possiamo contrastare perché siamo più o meno simili sotto quel punto di vista. Vengono da una vittoria importante a Varese. La squadra si appoggia su due perni fondamentali che sono Terenzi sul perimetro e Dell’Agnello sotto canestro. E’ una buona squadra, giocano bene su situazioni che conosciamo abbastanza approfonditamente. Per noi l’importante sarà andare lì e riscoprirsi competitivi, onorando la maglia».

Cosa dovrà cambiare, sia dal punto di vista tecnico-tattico che da quello mentale, rispetto alla prima uscita stagionale?

«Abbiamo cambiato qualche piccolo accorgimento dal punto di vista tattico, ma soprattutto dovremo entrare in campo sereni e tirare fuori il talento e le caratteristiche che ogni giocatore di questa squadra ha, a differenza di quanto è avvenuto la scorsa settimana».