Dopo un supplementare il Costone supera Lucca

CMB LUCCA-COSTONE SIENA 87-89 dts
CMB CARRARA: Rovali S, Rovali M, Suriano, Fontanelli 28, Campi ne, Morando 15, Raffaelli 2, Fiaschi 2, Ramirez 19, Tedeschi ne, Borghini 21. All. Diamanti
VISMEDERI COSTONE SIENA: Benincasa 9, Tognazzi 22, Bruttini 20, Chiti G. 8, Mini, Angeli 2, Ceccatelli 17, Chiti L. 6, Catoni 3, Ricci 2, Panichi, Curti ne. All. Braccagni
ARBITRI: Luchi e Buoncristiani
Parziali: 21-22, 42-41, 62-59, 75-75
SIENA. Con un finale vietato ai deboli di cuore, la Vismederi Costone sbanca Carrara grazie a un over time straordinario, dove Marco Ceccatelli si erge a vero protagonista siglando ben 10 punti sui 14 di frazione, 4 per Bruttini facendo, così gioire la truppa gialloverde, protagonista di una gara davvero emozionante. Ma il merito di questa vittoria è di tutto il gruppo che ha saputo prontamente riscattarsi dopo la sconfitta interna patita nella 1^ di campionato contro la Meloria Livorno. Ci sono voluti come detto i supplementari, acciuffati in extremis da Benincasa con una bomba che a 23” dal termine ha vanificato lo sforzo dei padroni di casa che hanno avuto in Fontanelli (28) un cecchino di grande qualità (top scorer dell’incontro). L e due squadre si sono affrontate a viso aperto, brillanti in fase offensiva, con un Tognazzi super, un po’ meno in quella difensiva. Seconda frazione fotocopia della prima, con i marmiferi che vanno sul +1 all’intervallo lungo, dopo essere stati sotto di 4 al 16’ (30-34).

Alla ripresa del gioco Carrara piazza un +6 e Siena appare in affanno, ma non molla grazie ad Angeli e Catoni rocciosi in difesa e a una zone-press ordinata da coach Braccagni nel tentativo di arginare le bocche da fuoco giallo-blu Borghini e Ramirez. Con tanta pazienza, ma soprattutto con tenacia, i senesi, dopo il 56-47 del 25’), lentamente si rifanno sotto con Giulio Chiti che da sotto combatte come un leone, trovando 6 punti consecutivi in un amen e consentendo a Tognazzi di operare il sorpasso al 35’ sul 64-65. Da qui in poi la palla diventa rovente, con una serie infinita di errori su entrambi i fronti. Ci pensa poi Bruttini a far tornare il sorriso ai suoi con una bomba e un 2+1 che a 1’ e 40” dal termine vale il 71-72 per la Vismederi. Fontanelli però non ci sta e con 4 consecutivi prova a fare strike, ma senza fare i conti con Benincasa che agguanta il pari dai 6,75. Il tiro di Morando a 2” dal termine svernicia il ferro e squadre all’over-time, dove – con Tognazzi out per 5 penalty – Ceccatelli fa il diavolo a quattro e Bruttini non perdona con le sue morbidi sospensioni dalla media distanza; Carrara risponde dalla lunetta con Ramirez (7 di fila), ma il vero giallo accade a 32” dal termine con una rimessa che prima viene assegnata erroneamente alla CMB, per poi essere affidata giustamente alla Vismederi che in contropiede, ancora con Ceccatelli, sfonda il muro avversario. Sembra fatta, ma Morando dalla line adella carità, trova un siluro da 8 metri che gonfia la retina, dando ancora qualche speranza ai locali. Fallo immediato sulla rimessa da centro campo e Ceccatelli che va in lunetta sull’87-89, ma sbaglia entrambi i tentativi, avendo però il merito di catapultarsi sulla palla, che spizzicata da Giulio Chiti termina tra le grinfie del play di Camollia e partita in cassaforte per il Costone.