Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Costone: play off, missione compiuta

BRUSA LIVORNO-COSTONE SIENA 61-78

BRUSA LIVORNO: Volpi 2, Bettini 6, Casavecchia 2, Morucci 12, Congedo 14, Lenzi 17, Vaccaro 6, Vukich 2, Puoti ne, Stocchetti ne. All. Cerri.

VISMEDERI COSTONE SIENA: Benincasa 9, Chiti G. 22, Bruttini 35, Catoni, Ceccatelli 4, Angeli 1, Lapans 5, Panichi, Aiello 2, Curti, Carpitella, Chiti L. ne. All. Braccagni

ARBITRI: Baldini e Puocci

Parziali: 5-22, 19-36, 45-59

SIENA. Il Costone, superando agevolmente al PalaCosmelli la Brusa Livorno, ottiene il lasciapassare per i play-off con 3 giornate di anticipo.

La formazione senese, pur dovendo rinunciare a Tognazzi e Leo Chiti, quest’ultimo in panchina solo per onor di firma, inizia alla grande il match chiudendo sul +23 la 1^ frazione. Bruttini e Chiti sono incontenibili e Livorno è in confusione totale. Benincasa è l’uomo assist, ne confezionerà ben 9, mentre Ceccatelli detta perfettamente i ritmi di gioco. La Brusa prova anche con la zone-press, riducendo lo svantaggio dal -25 del 14’ (5-30) al -17 dell’intervallo, ma anche nella 2^ parte della gara è Siena a dettare legge con capitan Bruttini vero showman della serata con i suoi 35 punti, frutto di un 4/4 ai liberi, 8/10 da 2, 5/7 da 3. Giulio Chiti da sotto fa molto male (11/19), senza che i labronici trovino un valido rimedio. A fine 3° periodo, due bombe consecutive di Lenzi, l’ultima scagliata proprio a fil di sirena da metà campo, riduce la forbice a soli 14 punti, ma il control game del Costone è efficace e nel finale, a risultato ampiamente acquisito (Lapans da 2 fissa al 37’ il 51-76 per i gialloverdi riportandoli sul +25), coach Braccagni manda in campo gli under 16, con il debuttante Federico Aiello, che a fil di sirena mette la ciliegina sulla torta.

Al termine della gara, esplode la felicità all’interno dello spogliatoio senese per i play off raggiunti, non accadeva da ben 3 stagioni. Anche il presidente Emanuele Montomoli, in Brasile per questioni professionali, ha seguito la gara in diretta tramite Costone Channel, tifando la sua squadra con indosso i colori del Costone, che poi sono anche quelli carioca.