Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Ancora una volta la Virtus risolve nel finale

Legnaia fa soffrire i rossoblu fino all'ultimo

ACEA VIRTUS SIENA – CANTINI LORANO OLIMPIA LEGNAIA 68-63

(24-16; 34-36; 50-55)

VIRTUS SIENA: Bartoletti 12, Cannoni ne, Bianchi 4, Sabia ne, Olleia 13, Cerpi, Imbrò 11, Ndour 9, Braccagni ne, Casoni 19, Terni ne, Bovo. All. Tozzi

LEGNAIA: Bandinelli 7, Innocenti 11, Conti 11, Cambi Mat. 3, Nardi ne, Cambi Mar. ne, Rosi 1, Ridolfi ne, Del Secco 13, Corzani 6, Andrei ne, Mascagni 11. All. Zanardo

Incredibile vittoria per la Virtus che al PalaPerucatti supera l’Olimpia Legnaia 68-63 con una super rimonta nei minuti finali, nei quali i rossoblu hanno costruito un parziale di 14-0 che ha ribaltato il risultato.

LA PARTITA: Buon avvio della Virtus che si porta subito in vantaggio14-5 grazie ai canestri di Casoni e Ndour, oltre alla tripla di Bartoletti. Per gli ospiti è Mascagni a reggere tutto l’attacco: l’ala ex Virtus segna 10 punti nei primi 10 minuti e tiene a galla i suoi, anche se l’aggressività a rimbalzo offensivo della Virtus porta Ndour e Olleia a trovare punti preziosi che portano Siena sul 24-16 a fine primo quarto. Quella che entra in campo nella seconda frazione è una Legnaia diversa: Conti e Del Secco, insieme a Corzani, costruiscono il parziale che riporta a contatto gli ospiti. L’attacco della Virtus non riesce più a costruire buoni tiri, e l’Olimpia riesce a portarsi addirittura in vantaggio sul 26-27 con la tripla di Bandinelli. Imbrò e Casoni costruiscono un mini-parziale che riporta avanti i rossoblu, ma Legnaia, nonostante i problemi di falli di Mascagni che lo tengono lontano dal parquet, riesce comunque ad impattare a quota 34. Il punteggio si blocca per qualche minuto, con le difesa molto aggressive su ambo i lati che prevalgono sugli attacchi: all’Olimpia basta il canestro in avvicinamento di Innocenti per chiudere il primo tempo in vantaggio 34-36.

Ad inizio terzo quarto le triple di Innocenti spaccano la partita: Legnaia vola sul +10 (37-47) contro Siena che sembra essere spenta ed in balia degli avversari. E’ una super stoppata di Casoni in contropiede a riaccendere gli animi dei rossoblu, che tornano sul -5 (42-49) con il gioco da tre punti di Olleia. Ancora Innocenti con una tripla prova a scavare il solco, ma l’Acea risponde con il solito Olleia e Bartoletti e torna sul -2, prima che Cambi segni la tripla che chiude la terza frazione sul 50-55. L’ultimo periodo inizia come il terzo, con l’Olimpia a fare la voce grossa sul parquet, volando a +11 (51-62) con la tripla di Conti. La Virtus sembra spenta e senza idee, mentre Legnaia sembra essere padrona del campo, e mantiene il vantaggio fino al 54-63 a poco più di 3 minuti dalla fine.

Con la partita che sembrava ormai saldamente nelle mani degli ospiti, la Virtus compie un autentico miracolo: un fallo antisportivo su Imbrò vale 4 punti per i rossoblu, che uniti ai canestri di Bartoletti e Olleia porta a -1 sul 62-63, prima che Casoni segni la tripla dell’incredibile vantaggio Virtus, a meno di un minuto dalla fine. In uscita dal timeout chiamato dagli ospiti Bartoletti ruba la palla a Innocenti e va a segnare indisturbato i 2 punti che mettono fine alla partita: Siena vola sul +4, la tripla di Innocenti non va a buon fine mentre a Casoni basta un tiro libero per mettere la parola fine all’incontro, che termina 68-63.

Fotogallery di Augusto Mattioli