Leaderboards
Leaderboards
Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Volley: prima sconfitta casalinga per Siena

Bergamo vince 3-1. Le due squadre si ritroveranno mercoledì in semifinale di Coppa Italia

SIENA. Dopo otto vittorie consecutive Siena cade in campionato. E’ la prima sconfitta casalinga della stagione per la squadra di coach Gianluca Graziosi, che cede per tre set a uno all’Olimpia Bergamo. Le due squadre torneranno ad affrontarsi tra tre giorni, ancora al PalaEstra, per una gara che sarà valevole per la semifinale della Coppa Italia.

Primo set Siena inizia la gara con Falaschi e Romanò sulla diagonale palleggiatore-opposto, Milan e Mariano in banda, Zamagni e Gitto al centro, Marra libero. Bergamo risponde con Garnica in cabina di regia, Wagner in posto 2, Tiozzo e Della Lunga in banda, Cargioli e Signorelli centrali, Fusco in seconda linea a difendere.

Parte forte Sebastiano Milan, subito positivo in attacco e bravo a murare in una circostanza l’attacco bergamasco. L’Olimpia ha Wagner che si dimostra immediatamente in palla e ha Della Lunga che permette agli ospiti di piazzare un break grazie a due ace di fila. Gli ospiti toccano il +2, il vantaggio viene annullato da un paio di buone giocate di Yuri Romanò e da un attacco out di Della Lunga.

Da applausi il punto del 15-14, con Romolo Mariano protagonista di una straordinaria difesa e con Romanò che chiude il punto giocando bene sul muro avversario. La murata di Gitto vale poi il 16-14. Il centrale di Siena poco dopo mette a segno anche un ace, Siena si porta sul +2 (18-16). Bergamo riesce a pareggiare trovando punti da Wagner come da Tiozzo e Della Lunga. L’ottavo punto personale di Sebastiano Milan dà il 21-20 a Siena, gli risponde Della Lunga. Il primo set viene aggiudicato ai vantaggi: la veloce di Gitto porta al 24-24. La battuta in rete di Gabriel e l’attacco out di Romanò chiudono il primo set sul 24-26.

Secondo set Bergamo commette alcuni errori in attacco e quando Milan attacca bene sulle mani del muro lombardo i senesi si portano sul +3 (8-5). Un calo di tensione dei padroni di casa agevola gli ospiti che piazzano un break di 0-5 portando il punteggio sull’8-10. Romanò mette giù un gran pallone per l’11-12 e ne mette giù uno ancora più difficile per il 13-14. E’ il Romanò-moment: l’opposto di Siena incrocia alla perfezione per il pareggio nel secondo parziale (14-14). Della Lunga realizza il terzo ace personale del match, Gitto è superlativo nel murare Wagner per il 16-16. L’attacco senese continua a trovare ottime cose da Sebastiano Milan che realizza un pallonetto da applausi, il punteggio è di nuovo in parità con l’errore di Wagner (19-19). L’Olimpia allunga nuovamente, con il turno in battuta di Wagner gli ospiti mettono a segno un altro punto break (21-24). In campo i biancoblu c’è Gabriel, autore di 2 punti. Un altro set point viene annullato con la murata di Gitto (23-24), ma non basta. Bergamo vince il set 23-25.

Terzo set Bergamo parte ancora una volta bene e si conquista quattro punti di vantaggio (7-11). Siena trova punti al centro da Zamagni e dall’opposto Romanò, ma continua a non essere perfetta al servizio, commettendo troppi errori dai nove metri. Un punto break per i locali arriva con Romanò dopo un’ottima difesa di squadra (17-18). Il pareggio arriva con il muro di Mariano su Wagner (19-19). Un muro di Gitto porta avanti Siena (20-19). Favolosa una murata di Zamagni, arriva il punto break senese del 23-21. Bergamo recupera e con una murata su Milan raggiunge la parità nel set (23-23). Poco dopo Milan non fallisce una seconda occasione (24-23). Un’invasione bergamasca chiude il terzo set sul 25-23. Siena riesce a far suo un set nel quale ha sbagliato 7 battute.

Quarto set L’Olimpia si prende subito un vantaggio, Wagner continua a fare punti, Milan viene murato da Cargioli ed è 5-9. Mariano e un ace di Milan rintuzzano il divario (9-10). Wagner continua ad essere decisivo, un suo ace porta il punteggio sull’11-15. Altro ace per Bergamo, questa volta porta la firma di Della Lunga (12-17). E Della Lunga si ripete altre sei volte; lo schiacciatore realizza sette ace consecutivi e indirizza la gara verso Bergamo (12-23). Signorelli chiude il match (13-25 il quarto set).