Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Volley: definito il roster di Siena

La società ha concluso le operazioni di mercato in vista di uno sfidante campionato di A2

SIENA. Siena ha chiuso il mercato. La formazione biancoblu cercherà di disputare una buona stagione nel prossimo campionato di serie A2, un torneo che avrà una formula completamente rivoluzionata rispetto al passato e che prevedrà un girone di andata ed uno di ritorno prima dei playoff che sanciranno l’unica compagine che sarà promossa nel torneo di Superlega.

Coach sarà Gianluca Graziosi, ex Ravenna ed ex Bergamo oltre che allenatore della Nazionale italiana B che alle Universiadi disputate a Napoli ha appena vinto la medaglia d’oro ottenendo uno storico risultato in maglia azzurra. La medaglia d’oro alle Universiadi mancava infatti all’Italia dal lontano 1970.

“Abbiamo costruito un roster all’altezza di un buon campionato di Serie A2 – commenta il presidente Giammarco Bisogno –, credo che sia una squadra che rappresenti degnamente la Emma Villas, il movimento della pallavolo di Siena e del territorio. Avevamo promesso che nonostante la retrocessione avremmo allestito un roster che fosse capace di ottenere buoni risultati, con giocatori esperti e con pallavolisti più giovani. Ringrazio tutti gli sponsor che ci sostengono, a partire da Aubay: parlo di realtà molto importanti che non hanno mai fatto mancare il loro sostegno e il loro affetto nei confronti di questo progetto. Abbiamo fatto una squadra di livello anche per loro e per i nostri tifosi, che aspettiamo numerosissimi pure per la prossima stagione”.

“La squadra – prosegue Bisogno – sarà allenata da coach Gianluca Graziosi che a mio avviso è uno dei migliori allenatori italiani, non solo per quel che riguarda la Serie A2 ma per l’intero panorama pallavolistico del Paese. Le sue doti sono state ancora una volta confermate alle Universiadi con lo splendido successo conquistato dalla Nazionale italiana da lui allenata che ha centrato la medaglia d’oro in questa competizione. La sua carriera, con i risultati raggiunti negli ultimi anni, mi fa pensare che si tratti di uno dei migliori cinque o sei tecnici italiani. Con grande piacere confermiamo poi Omar Pelillo, che è ormai da tempo nella nostra famiglia, è una persona della quale mi fido molto, fa parte della nostra storia e ha fatto tanto per questa società”.