Tennis: prima vittoria del TC Sinalunga

Licciardi e Perinti protagonisti del successo della squadra maschile di Serie A

Pietro Licciardi

SINALUNGA. Dopo tante belle prestazioni finalmente arriva la prima vittoria stagionale del Tc Sinalunga nel campionato di Serie A maschile. Contro il Tc Palermo Due, in uno scontro diretto decisivo nella corsa per non retrocedere, la compagine senese finalmente va a segno dopo tre sconfitte consecutive per 2-4 e si rilancia in classifica: acciuffati a quota 3 punti proprio i diretti avversari di oggi, ma con un miglior coefficiente incontri vinti, Sinalunga “vede” il Tc Genova 1893 a quattro lunghezze in attesa della sfida della prossima settimana.

Non è un caso che i protagonisti della vittoria siano coloro che fino ad oggi sono stati i migliori del club chianino. Agevole il 62 60 a favore del maestro di casa Giovanni Galuppo contro il 2.7 Massimo Ienzi. Decisamente meno scontati i successi di Christian Perinti e Pietro Licciardi. Il primo non lascia scampo a Alberto Cammarata, lasciando il siciliano al palo con appena due games nel carniere e confermando l’ottimo stato di forma di questo periodo. Il ravennate Licciardi invece, numero 1 sinalunghese in assenza dei due stranieri Jozef Kovalik e Kamil Majchrzak, deve soffrire per quasi due ore per avere la meglio su Antonio Campo: un match che sembrava facilmente indirizzato dopo che i due contendenti si erano spartiti i primi due set, ma il palermitano è rimasto aggrappato nel punteggio nonostante lo svantaggio ad inizio del terzo parziale e si è arreso soltanto con il punteggio di 62 36 64. Ottima prova, nonostante la sconfitta, di Alessandro La Cognata, bravo a strappare un set al più quotato Francesco Palpacelli.

Senza il loro numero 1 Marco Cecchinato, Palermo Due è chiamato al miracolo sul punteggio di 1-3, e l’impresa non arriva: il doppio “forte” Licciardi/Perinti chiude i conti in cinquantanove minuti contro Ienzi/Cammarata. Campo/Cammarata conquistano il punto della bandiera al super tie-break contro Galuppo/La Cognata.