Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Successo del Torneo di Tennis Giovanile della Libertas Montalcino

di Roberto Cappelli
MONTALCINO. Il primo Torneo giovanile di Tennis FIT disputato e organizzato presso gli impianti della Libertas Montalcino ha avuto un successo insperato di partecipanti e di gradimento con più di quaranta iscritti e con tennisti provenienti dai maggiori Circoli Tennis della Provincia di Siena e del Grossetano. I Circoli Tennis di Monteroni, Colle Val d’Elsa, Poggibonsi, Siena con Vico Alto e La Racchetta, Montepulciano, Sant’Albino, Sinalunga, Piancastagnaio, Arcidosso, Castel Del Piano oltre naturalmente Montalcino, erano rappresentati dalle giovani speranze tennistiche che, divisi in quattro categorie, Allievi  e Giovanissimi maschili e femminili, si sono dati battaglia a colpi di racchette da sabato 28 febbraio a domenica 8 marzo.
Nella categoria Giovanissimi Femminile è risultata vincitrice Camilla Leli  (CT Piancastagnaio) davanti a  Denise Batignani  (Ct Monteroni), mentre tra i maschi ha vinto Filippo Mercuri (CT Arcidosso) che ha prevalso in finale su David Nutarelli del CT Piancastagnaio. Nella categoria maggiore invece, quella degli allievi, per le femmine la vincitrice è risultata Virginia Vinciarelli (CT Piancastagnaio) che ha prevalso in finale su Caterina Rossi  (APA Colle Val d’Elsa), mentre tra i maschi, in un derby tutto senese,  Edoardo Bolgi (CT La Racchetta) ha avuto la meglio su Andrea Menicori del CT Siena.
Per i dirigenti ilcinesi del CT Libertas Montalcino, organizzatori dell’iniziativa, il successo di questo Torneo è stata la conferma che quest’anno, con l’apertura in grande stile della Scuola di Tennis diretta da Stefano Piccinetti insieme a Paola Ricci e Giacomo Scapigliati, è stata intrapresa la strada giusta e corretta per il rilancio del Tennis a Montalcino. I 45 iscritti alla Scuola di Tennis di quest’anno sono la conferma del lavoro che i tecnici stanno facendo e già si intravedono i risultati con alcuni giovani che, praticamente al primo anno di attività, stanno raccogliendo alcuni importanti frutti come Diego Betanzo giunto in semifinale del Torneo a Montalcino e con i giovanissimi Riccardo Vegni e Filippo Bovini che nella categoria promozionale di minitennis stanno raccogliendo primi e secondi posti in tutte la manifestazioni a cui partecipano.  Mai come quest’anno era stato fatto uno sforzo così grande da parte della Libertas Montalcino per rilanciare il tennis dopo l’acquisto della struttura  pressostatica per la pratica invernale del tennis, il campo in terra battuta è in perfetto stato ed è a disposizione di tutti, ci sono gli insegnanti, c’è l’entusiasmo e la voglia di fare, sta ora alla gente di Montalcino e del comprensorio scendere in campo e prendere la racchetta da tennis in mano.
Altra novità importante per il Tennis montalcinese è il fatto che il tradizionale Torneo Nazionale di Tennis, giunto quest’anno alla 24° edizione e che si svolgeva nei primi giorni di Agosto, è stato spostato alle fine di Giugno con l’ apertura ai “terzi” gruppo nazionali, con l’indizione anche di un Torneo Femminile parallelamente a quello maschile e con l’ingresso dalla manifestazione nell’importante Circuito delle Vallate Aretine che sarà concluso a settembre con un Master finale tra i tennisti che hanno raggiunto più punteggio nei vari Tornei del Circuito. È questo un grande passo avanti di questo Torneo che, dopo i primi anni di grande successo, aveva perso negli ultimi tre o quattro anni il proprio grande fascino e di conseguenza iscritti. Da quest’anno le cose cambieranno notevolmente, sia perché vi sarà un livello tecnico degli iscritti decisamente superiore, sia perché con un torneo femminile e con l’ingresso in un circuito importante aumenterà il numero degli interessati. Fra poco tempo la struttura pressostatica di Montalcino verrà “sgonfiata” e smontata, ma questo non rallenterà l’attività, il tennis è nato come sport all’aperto e continuerà all’aperto con i corsi e le lezioni, senza dimenticare gli amatori e gli sportivi in genere che potranno praticare il tennis sul campo in terra battuta della Libertas Montalcino, società che ebbe la felice intuizione di costruire  nella Città del Brunello, mettendoli a disposizione di tutta la comunità, degli impianti sportivi.