Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Siena ospita gli "Internazionali di tennis"

SIENA. Manca poco più di una settimana all'inizio della prima edizione degli "Internazionali di Siena" ($ 10.000, www.ctsiena.it) ed è quasi del tutto alzato il sipario sui protagonisti che animeranno la rassegna tennistica sui campi di Vico Alto. Con esattezza conosceremo l'elenco definitivo dei partecipanti solo pochi giorni prima dell'inizio delle qualificazioni, ma dall'entry list ITF ufficializzata oggi possiamo già apprezzare il “grosso” dei tennisti che arriveranno a Siena. La prima impressione è quella di una forte impronta internazionale, ben condita da un'agguerrita schiera di azzurri pronta a dare battaglia per la vittoria finale.
Al momento la testa di serie n°1 del seeding sarebbe lo spagnolo Guillermo Alcaide, attuale n°336 del ranking ATP: una presenza questa di assoluto valore, in quanto il giovane iberico è in piena rampa di lancio verso il tennis che conta e quest'anno è stato frequentatore fisso di challenger di maggiori montepremi rispetto a Siena, raggiungendo le semifinali nel $ 35.000 di Belo Horizonte da lucky loser (ripescato dopo aver perso nelle qualificazioni) e trionfando pure nei $ 10.000 di Cesena e Edimburgo. A ruota Alcaide è seguito da tennisti provenienti da ogni angolo del globo, a comporre un ventaglio geografico davvero multicolore: Germania, Francia, Russia, Canada, Austria… Nella schiera di stranieri presenti meritano una citazione, come possibili campioni del futuro già in grado di dare spettacolo in Toscana, il francese Benoit Paire e il canadese Vasek Pospisil: il primo, ventenne, n° 491 delle classifiche mondiali e attuale terza forza del tabellone, in Giugno ha addirittura sfiorato le qualificazioni al Roland Garros fermato soltanto al turno decisivo da Fognini dopo aver battuto Lapentti e Elgin; addirittura classe '90 e 193 cm di altezza è la pertica canadese, già in grado, giovanissimo, di guadagnarsi una finale e tre semifinali nei tornei da 10.000 dollari di montepremi. Passando ai tennisti di casa, la pattuglia è guidata, per ranking ed esperienza, dal comasco Massimo Dell'Acqua, attualmente n° 526 al mondo ma in passato capace di raggiungere la 148esima posizione: tra i suoi scalpi prestigiosissimi addirittura gli attuali top-ten Andy Murray, Gilles Simon e Joe Wilfrid Tsonga, inoltre gli appassionati ricorderanno la sua cavalcata nel 2004 agli Internazionali d'Italia di Roma, dove si qualificò sconfiggendo Hanescu e Koubek e si arrese al primo turno del main draw al cileno Nicolas Massu, che dopo pochi mesi sarebbe diventato campione olimpico, dopo un'autentica maratona. Oltre a lui possono giocare un ruolo importante Daniele Giorgini, in netto recupero dopo l'infortunio al ginocchio che lo ha messo ko per sei mesi, Francesco Piccari,
Federico Torresi e i toscani Luca Vanni e Marco Simoni.
Il primo vincitore degli “Internazionali di Siena” potrebbe uscire dal lotto di tennisti nominati, ma non necessariamente, perché i tornei ITF sono una classica fucina di sorprese, giovani talenti e grandi riscoperte: da Sabato 5 Settembre si comincia con le qualificazioni, tutto è ormai pronto e si attende il pubblico delle grandi occasioni (l’ingresso infatti è gratuito).