Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Rugby: arriva Gubbio e il Cus vuole rifarsi

I senesi sono apparsi migliorati rispetto alle ultime due opache prestazioni

SIENA. Come ha dichiarato l’estremo Sestini nel dopopartita, “quanto ti trovi di fronte giocatori che sono sia più mobili e tecnicamente capaci di te è un po’ difficile giocarsela”. E in effetti la compagine emiliana che ha schierato otto giocatori che l’anno scorso militavano in serie A1 – tra cui Filippo Frati, quattro presenze nella Nazionale, compresa una contro la Nuova Zelanda a Genova nel novembre 2001 (“Riesco ancora a divertirmi a giocare e quando posso scendo in campo”, ci ha dichiarato nel dopopartita) – si è rivelata un ostacolo insormontabile. L’unico limite di Noceto è legato all’impossibilità di mettere in campo ogni domenica la miglior formazione possibile. Nonostante la sconfitta i senesi sono apparsi migliorati rispetto alle ultime due opache prestazioni. In ogni caso, giocare su un terreno – un impianto davvero splendido – sul quale sono scesi in campo campioni come John Kirwan e David Campese è sempre un onore. Anche sul piano umano l’accoglienza è stata, nella migliore tradizione emiliana, calorosa e gentile. Da un punto di vista sportivo, il contatto con l’elegante rugby dell’Emilia Romagna, in cui l’elemento fisico non sopravanza l’aspetto tecnico è stata una piacevole scoperta per i senesi, “Sono esperienze che faranno sicuramente bene ai nostri ragazzi, che non possono che crescere confrontandosi con realtà più evolute”, ha dichiarato Antonio Cinotti, Responsabile della Sezione Rugby del Cus Siena.

Domenica (ore 14.30), la squadra ospita all’Acquacalda il Gubbio, allenato dall’ex pilone della Nuova Zelanda McDonnel (otto caps e una meta), una squadra ostica e in salute contro cui Siena si impose all’andata in una vibrante e incerta partita, risoltasi negli ultimissimi minuti (15-10). In ballo, per i bianconeri il quarto posto in classifica.

Serie C interregionale – Gli altri risultati della seconda giornata: Jesi 70 – Cus Ferrara 12-18; Forlì 79 – Amatori Ascoli 24- 3; Terni – Amatori Parma 14-12; Formigine – Foligno 19-18. Riposa: Gubbio. Classifica: Cus Ferrara 46; Amatori Parma 42; Rugby Noceto FC 38; Forlì 29; Jesi 27; Cus Siena 26; Terni 24; Gubbio 19; Formigine 9; Amatori Ascoli 4; Foligno -1.

Serie C tosco-umbra – Sconfitta casalinga per Siena RC 2000 – Nella prima giornata di ritorno gli uomini allenati da Andrea Guadagno, sono stati sconfitti dall’Unione Orvietana, seconda in classifica. Il match ha visto gli ospiti partire con decisione e chiudere il primo tempo in vantaggio grazie a due mete. Nella ripresa la reazione del Siena RC ha consentito ai padroni di casa di segnare una meta. Nel finale i senesi in inferiorità numerica per un’espulsione, subiscono altre due mete che fissano il punteggio definitivo sul 29-5. I senesi, nonostante la sconfitta, hanno disputato un match apprezzabile, vanificato da scelte di gioco non sempre premianti.

I risultati delle giovanili bianconere di domenica scorsa – La under 14 ha affrontato in un miniconcentramento la formazione mista Arieti Arezzo-Crete Senesi e il Cavalieri Prato – Sesto Fiorentino. Nel primo match netta vittoria per 56-0 con otto mete messe a segno da Del Vecchio (due) Zagordo (due), Viani e Vassallo 1. La seconda partita, con la ben organizzata compagine dell’interland fiorentino, come era nelle aspettative, si è rivelata più impegnativa. Dopo un sostanziale equilibrio iniziale il Cus Siena è prevalso alla distanza imponendosi per 21-5 grazie a tre mete, due di Viani e una di Zagordo, tutte trasformate da quest’ultimo. L’under 16 si è imposta a Lucca, nel campionato regionale, per 34-24. Ottima la prova della compagine senese. Infine, la under 18, reduce da una sconfitta casalinga con Terni per 3-10, ha perduto negli ultimi minuti, giocati praticamente nell’oscurità, a Lucca per 13-15.

Concentramento under 12 – Sabato 22 gennaio al Campo dell’Acquacalda avrà luogo, con inizio alle 15.30, un concentramento toscano al quale parteciperanno, oltre a Banca Cras Cus Siena (che metterà in campo 20 atleti), il Gispi Prato con due squadre, il Mugello Rugby e probabilmente anche gli Etruschi Livorno.