Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Polisportiva: “Disponibili a trattare, ma a condizioni sostenibili”

Sulla questione del palazzetto dello sport la Mens Sana è interesssata alle proposte del fondo inglese

SIENA.  La Polisportiva Mens Sana 1871 interviene sulla questione del palazzetto dello sport 

“La Polisportiva Mens Sana 1871, come sempre, agisce in estrema trasparenza, tutelando per prima cosa gli oltre tremila soci e le sezioni da cui è composta”. Così l’ufficio di presidenza della società biancoverde interviene nel dibattito che si sta sviluppando a Siena in merito alle questioni relative al palazzetto dello sport e ai terreni adiacenti.

“Ci preme dunque fare chiarezza – dicono i dirigenti biancoverdi – sulla situazione attuale. Per prima cosa ribadiamo la completa disponibilità della Polisportiva a trovare soluzioni perseguibili per quanto riguarda l’impianto di nostra proprietà, che è da sempre un bene a disposizione della comunità senese, come dimostrano ancora una volta gli eventi sportivi di livello nazionale recentemente organizzati e quelli che prenderanno vita prossimamente, ma è, da sempre, a carico della società stessa. Tale completa disponibilità a trattare, per seconda cosa, non significa però accettare qualsiasi proposta che viene messa sul tavolo. Siamo disponibili ad avviare una trattativa seria, dunque, ma a condizioni che siano sostenibili e che, al momento, non sussistono. Trattare non significa regalare”.

“Il percorso per l’eventuale alienazione dell’impianto di nostra proprietà – proseguono i dirigenti – ha inoltre bisogno di opportune valutazioni e opportuni passaggi all’interno degli organismi societari ed è necessaria la dovuta calma, al fine di condividere appieno l’eventuale cessione di un asset così delicato. La fretta non è mai buona consigliera”.

“L’incontro avuto ieri – concludono i dirigenti – con l’amministrazione comunale, con la quale il confronto è e sarà quotidiano, ci ha permesso di condividere questo percorso, a tutela sia della nostra società, che di tutta la comunità senese. Restiamo dunque in attesa di sviluppi, che possano essere sostenibili e compatibili con la nostra mission societaria”.