Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Mens Sana 1871: ricominciati gli allenamenti di Progetto Parafitness

di Giacomo Zanibelli
SIENA. I primi allenamenti per il Progetto PARAFITNESS sono ricominciati il 7 Febbraio 2009. Il progetto Parafitness, durante l’anno 2008,  ha coinvolto una decina di partecipanti che hanno regolarmente svolto attività ludico-motoria finalizzata al benessere fisico e psicologico, all’interno della struttura sportiva della Polisportiva Mens Sana 1871, sotto la supervisione del responsabile del Progetto, del coordinatore, e del personale medico.
Chiediamo a Leonardo Tafani, responsabile del Progetto Parafitness, quali sono i cambiamenti relativi al progetto:   
“La maggiore disponibilità di fondi e l’esperienza accumulata nelle sessioni precedenti, ci ha permesso di arruolare un numero maggiore di partecipanti diversamente abili e garantire maggiore flessibilità nella selezione degli stessi. L’obiettivo, anche per la stagione 2008, era permettere ai soggetti diversamente abili di praticare attività fisica in una struttura non adibita a trattamento fisioterapico o riabilitativo, favorendo quindi un ampio margine di integrazione e socializzazione in un contesto “sano”.
Le attività vengono svolte in sicurezza formativa con l’aiuto di personal trainer specializzati e sotto controllo medico, per limitare il rischio di slatentizzazione di condizioni patologiche derivanti dalla patologia immobilizzativa di base. Lo svolgimento della pratica fisica si è svolto regolarmente ed i partecipanti hanno mostrato interesse e coinvolgimento, unitamente ad una regolare partecipazione alle attività sportive ed extra sportive organizzate dall’associazione.
Abbiamo registrato una buona compliance all’allenamento fisico, anche in fase di escalation dell’intensità ed una buona adesione a pratiche di igiene alimentare consigliate dal team medico. Si è instaurato un buon livello di counseling medico, che ci ha permesso di aggiornare i nostri dati sul livello di salute in itinere. I partecipanti, infine, ma non per importanza, hanno socializzato in modo continuo e progressivo con gli altri atleti ed anche se non è questo un dato monitorabile, lo consideriamo il “primum movens” del nostro operare.”
Il Progetto, primo in questo settore, riscuote entusiasmo tra le maggiori istituzioni di Siena:  è stato nuovamente finanziato dalla Fondazione del Monte dei Paschi, continua ad essere accolto con calore da Mens Sana 1871, che ha messo a disposizione struttura ed  attrezzature della sala pesi ed ha suscitato l’interesse del Comune di Siena, che ha mostrato la volontà di voler partecipare con un piccolo contributo.
Il  trasporto di alcuni allievi verrà nuovamente effettuato dalla Misericordia di Siena.