Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

La serie B passa dal Sabbione

Il Cus Siena rugby cerca di raggiungere la finale

SIENA. Domenica, alle 15.30, Banca Cras si giocherà l’accesso alla finale. La squadra, agli ordini di Francesco Ferluga, sta completando la preparazione. Il match dell’andata ha mostrato Gubbio superiore sui punti d’incontro, più capace di imporsi nel contatto (grazie ai chili); in mischia chiusa i due pack si sono sostanzialmente bilanciati (ma ai punti forse avrebbero vinto i bianconeri) mentre il Cus Siena ha mostrato maggiore qualità in attacco e nel gioco aereo della touche. Gubbio ha sapientemente sfruttato il piccolo rettangolo erboso del Coppiolo (85 metri, a dir tanto, tra le due “acca”). Al Sabbione le condizioni saranno diverse e l’ambiente bianconero confida di poter ribaltare il punteggio dell’andata. I ragazzi di Ferluga devono vincere con tre punti di vantaggio (il conto delle mete, secondo elemento di valutazione, parla a favore dei senesi per tre a due). Risultato possibile, dunque, ma i bianconeri dovranno superare la tenacissima compagine eugubina. E non sarà facile. Sulla tribuna è atteso un gran pubblico. Tutti gli appassionati sono invitati ad assistere alla partita.

Gli altri match del raggruppamento – A Livorno il Florentia passa grazie a un ottimo primo tempo, chiuso sul 20-7. Nella ripresa impetuosa rimonta dei labronici che si accorciano le distanze portandosi a quattro punti (23-19) e costringono gli ospiti a una strenua difesa costata tre cartellini gialli. A tempo scaduto un piazzato consente ai fiorentini di togliere il bonus ai Lions (finale 26-19). A Paganica, frazione de L’Aquila semidistrutta dal micidiale terremoto dell’aprile 2009, il Forlì tiene un tempo. Le due squadre vanno al riposo sull’8-3 per i padroni di casa che dilagano nella ripresa, infliggendo sei mete e ipotecando il passaggio del turno (41-3). Con un piede in finale anche il Civitavecchia che sconfigge nettamente il Macerata per 55-13. Visti gli esiti di questi due ultimi match, domenica prossima assisteremo probabilmente a una sorta di gara a distanza tra Civitavecchia e Paganica per strappare il primo posto nella graduatoria, che consentirà di sfidare la quarta qualificata in ordine di punti. Nel derby toscano qualche possibilità rimane ai Lions Livorno che devono vincere a Firenze con almeno otto punti.

Tutti i risultati – Ecco i risultati dei sedici match di semifinale disputati domenica scorsa. Erano in campo cinque squadre provenienti dalla Lombardia, tre dalla Toscana e dal Lazio, due dalla Sicilia, Campania, Puglia; una, infine, da Umbria, Sardegna, Trentino e Marche. Ne rimarranno, dopo il ritorno di domenica prossima e le finali dell’8 e del 15 giugno, solo otto, che andranno a collocarsi due per girone nei quattro raggruppamenti territoriali che compongono la serie B.

Pordenone Rugby Rugby Monselice ASD 18 – 17
Bassa Bresciana Leno Rugby Lido Venezia 53 – 3
Reno Rugby Bologna Rugby Trento 42 – 12
Botticino R.U. Leonorso Rugby Udine   17 – 22
Rugby San Mauro   Savona Rugby   41 – 26
7 Fradis Rugby   Ospitaletto C.P.R   5 – 20
Gussago R.C. A.P.D. Rugby Alessandria   25 – 14
Rugby Gubbio   CUS Siena Rugby 29 – 27
Pol.Paganica Rugby Rugby Forlì   41 – 3
Civitavecchia R.   Rugby Macerata   55 – 13
Lions Amaranto Livorno Florentia Rugby 19 – 26
Clan S. Maria C.V. IV Circolo Benevento 8 – 3
Salento XV Rugby FC Segni   7 – 17
ASD Cus Catania Rugby Unione Rugby Capitolina 24 – 15
Tigri Bari CLUB Amatori Sport Catania 10 – 38
Grande Brianza   Rugby Bergamo   13 – 34