Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Karate: 19 medaglie per lo Shinank ai nazionali Ado Uisp

7 ori, 2 argenti e 10 bronzi per gli atleti senesi

SIENA. Grande successo per gli atleti dell’Asd Shinan Karate Kai sabato 11 e domenica 12 ai Campionati Nazionali Karate ADO UISP di Torino dove sono state 19 le medaglie conquistate: 7 ori, 2 argenti e 10 bronzi.

La manifestazione sportiva ha visto la partecipazione di oltre 350 atleti, provenienti da tutta Italia, impegnati in due diverse giornate, divise per specialità. Le specialità erano quelle del Kata e del Kumite sia individuale che a squadre.

Gli atleti dell’Asd Shinan si sono impegnati al massimo nelle eliminatorie, molti di loro hanno raggiunto le finali e diversi si sono piazzati sul podio, da sottolineare la completezza degli atleti cinture nere Filippo Belli e Daniele Migliaccio, che hanno conseguito risultati di vertice sia nel Kata che nel kumite.

I risultati di gara

1° classificati Filippo Belli seniores cinture nere kumite-65 kg, Valerio Contigiani cadetti cinture nere kumite + 65 kg ,Nicol Andrea Binarelli kata cadetti cinture verdi-blu, Gian Piero Ceccherini kata amatori B cinture verdi-blu, Patrizio Melosello amatori A cinture gialle-arancio, Squadra Kata Amatori A composta da Daniele Gorelli, Antonio Massai e Filippo Pucci, Squadra kata giovanile cinture verdi blu composta da Bernardo Lucii, Emilio Emiliani e Alessio Fabbiani.

2° Classificati: Francesco Ricci kumite cadetti + 65 Kg, Riccardo Armini amatori B cinture verdi-blu kata.

3°Classificati: Daniele Gorelli kata Amatori B cinture nere, Filippo Belli kata seniores cinture nere, Daniele Migliaccio Kata seniores cinture nere e sempre 3° Kumite seniores – 75kg, Filippo Pucci kata amatori A cinture nere, Valentina de Luca kata speranze cinture marroni, Silvia Mosconi kata amatori A cinture marroni, Bernardo Lucii kata cadetti cinture verdi-blu, Marta Bartalini kata esordienti cinture gialle-arancio, Squadra kata giovanile cinture marroni composta da Daniela Chinnici, Giada Schicchi, Cristina Mari.