Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Ecomaratona del Chianti? Da fare prima di morire

CHIANTI. L’Ecomaratona del Chianti tra le centouno corse del mondo a cui gli appassionati dovrebbero partecipare prima di morire. E’ così che la manifestazione di Castelnuovo Berardenga è stata definita da RunAbroad.com, uno dei siti internet più seguiti da maratoneti di tutto il mondo.
“L’Ecomaratona del Chianti – è scritto sul sito internet – si terrà a ottobre, un periodo ideale per fare un giro in Toscana. Inoltre, la manifestazione offre l’opportunità di osservare alcuni dei posti più suggestivi del Chianti, attraverso luoghi come Monteaperti, Montegiachi, Poggiobonelli, Calcinaia, Pagliarese e San Gusmè”. Non manca l’attenzione alla gastronomia del territorio senese: la corsa, infatti, viene consigliata anche come un’ottima occasione per gustare il cibo e i vini locali durante tutto il week end.
L’Ecomaratona del Chianti è un percorso di 42,195 chilometri su strade bianche che torna quest’anno per la terza edizione il 17 e il 18 ottobre portando con sé una novità: la “Chianti Trail”, 18 chilometri di corsa per coloro che vogliono cimentarsi in un percorso più semplice. Come ogni anno, poi, si terrà anche l’Ecopasseggiata, una camminata di 9 chilometri da San Gusmè a Castelnuovo Berardenga aperto a tutti. La maratona è organizzata dall’associazione polisportiva La Bulletta, l’Apt di Siena, il Comitato Ecomaratona del Chianti, con il patrocinio del Comune di Castelnuovo Berardenga, Provincia di Siena, Lega atletica leggera Uisp Siena, Regione Toscana e Pogas politiche giovanili e attività sportive. Maggiore sponsor della manifestazione è la Banca Monte dei Paschi di Siena.
Per maggiori informazioni, è possibile visitare il sito www.ecomaratonadelchianti.it, telefonare al numero 331 2109253 oppure inviare un’e-mail all’indirizzo di posta elettronica info@ecomaratonadelchianti.it