Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Tra venditori di fumo e siti legali: capire Internet

Il web: un’oasi ricca di opportunità

ROMA. Internet è diventato una realtà, sempre più preponderante, tra la popolazione mondiale. Lo confermano, giorno dopo giorno, i dati di accesso e di utilizzo del mezzo stesso, ma anche un’utenza sempre più eterogenea, senza distinzioni di sesso, età, provenienza, livello di istruzione, professione e altri parametri.

Il Global Digital Report del 2019 (curato da We Are Social e Hootsuite) evidenzia infatti una crescita nell’utilizzo del web pari a un milione di persone ogni giorno, come mettono in risalto i dati a seguire:

  • Gli utenti di telefonia mobile nel mondo sono in crescita di due punti percentuali nell’ultimo anno, corrispondenti a 100 milioni di persone
  • Gli utenti connessi a Internet sono oltre 4 miliardi, in aumento di 9 punti percentuali rispetto al gennaio del 2018
  • Sono oltre 3 miliardi gli utenti iscritti ai vari social media nel 2019, con una crescita del 9 per cento rispetto al 2018
  • L’incremento annuale di coloro che accedono ai social network tramite dispositivi mobili (cellulari e tablet) è pari al 10 per cento

Si tratta di dati importanti, che fanno riflettere. Sì, perché ormai la Rete è divenuta parte integrante del vivere e, nonostante le resistenze, si tratta di un fenomeno praticamente inevitabile. Ogni sfera dell’attività sociale infatti non può più prescindere dalla tecnologia. A partire dalla scuola (con i registri elettronici e le modalità, ormai tutte informatiche, per il reclutamento degli insegnanti, passando per i gruppi Whatsapp dei genitori), fino al commercio, che, oltre ai siti aziendali, deve fare i conti con i social network, con le promozioni telematiche e con le app. Anche i servizi al cittadino, da quelli sanitari a quelli turistici, sono parte integrante di questo percorso virtuale sempre più definito, e le pubbliche amministrazioni e gli utenti si devono piano piano adeguare a un cambiamento epocale, con i suoi vantaggi e svantaggi connessi. Se poi si pensa a tutti i divertimenti presenti in Rete, si capisce quanto questo mondo sia attrattivo: dal mondo del gioco fino a quello della visione di programmi e partite in streaming, passando per i canali musicali, tante e sempre più specifiche sono le opportunità per gli utenti. Ed è anche e soprattutto qui che è necessaria la dovuta attenzione.

Scegliere con consapevolezza si può

La scelta del sito da navigare è importante, perché, insieme alle opportunità, Internet presenta anche rischi connessi alla privacy e alla sicurezza in generale. Bene è sempre verificare la natura della pagina web alla quale si accede, la sua affidabilità, data dalla presenza di informazioni tecniche come partita IVA e indirizzo, ma anche le recensioni degli altri utenti. Queste piccole precauzioni sono utili a capire a cosa ci si trova di fronte: se ad esempio si è interessati al gioco e alle scommesse, si vedrà, proprio dalle recensioni, che Eurobet è uno dei pochi casinò online con licenza. Se invece si sceglie il web per gli acquisti, di sicuro Amazon offre un servizio sicuro e verificato.

Piccoli e semplici trucchi per navigare in sicurezza

Dunque non è poi così difficile orientarsi tra l’infinita gamma di attrattive proposte telematiche. Del resto ormai l’importanza della consapevolezza dell’utente è anche al centro di eventi istituzionali e non soltanto, anche promossi a livello locale, nonché di tentativi di misure governative e legislative adeguate, per fare fronte a nuovi reati derivanti dall’utilizzo della Rete, come quelli contro l’onore commessi tramite il mezzo informatico.

Anche i blogger e le testate giornalistiche, oltre che, in primis, la Polizia Postale, diffondono informazioni utili in tal senso. Nella top list dei comportamenti da seguire per non imbattersi in siti pericolosi c’è la verifica dell’uso del protocollo HTTPS: in poche parole, basta accertarsi che la pagina web, nella barra dell’indirizzo, inizi con https://.

Anche l’uso di un browser sicuro di navigazione è importante, e, nel dubbio, è sempre meglio scegliere tra quelli conosciuti visto che, in altri casi, si potrebbe incappare in virus o in altri inconvenienti, a danno del dispositivo usato e della privacy dell’utente in primo luogo. A questo proposito, i browser vanno utilizzati nella loro versione più aggiornata, e anche un sistema antivirus adeguato è indispensabile alla navigazione sicura.

Attenzione, poi, alla divulgazione di password, dati personali e sensibili, e pin, specie se relativi alle carte di credito.