Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Ungulati: gli ultrasuoni a protezione delle aziende

Il progetto pserimentale sarà presentato in Regione il 19 novembre

FFIRENZE. Quella degli ungulati è ormai da anni un emergenza per l’agricoltura, la sicurezza pubblica e l’ambiente. Un problema a cui va trovata una soluzione definitiva e strutturale. Ultrarep, la tecnologia ad ultrasuoni per l’allontanamento degli ungulati selvatici può essere la risposta.

Della sua applicazione nelle tre aree pilota e dei suoi possibili ambiti di intervento se ne parlerà martedì 19 novembre dalle ore 9.30 a Palazzo Strozzi Sacrati, in piazza Duomo 10 a Firenze, nel corso del convegno promosso da E.R.A.T.A. (agenzia formativa di Confagricoltura Toscana “Progetto Ultrarep – Sistemi innovativi di difesa ULTRAsound Animal REPeller” per prevenire i danni alle colture causati dagli ungulati selvatici. Un progetto pilota  che ha come obiettivo la protezione delle attività agricole e forestali con tecnologie innovative in grado di non arrecare danni agli animali.  Avviato in via sperimentale in Toscana, è  finanziato dal Bando “Sostegno per l’attuazione dei Piani Strategici (PS) e la costituzione e gestione dei Gruppi Operativi (GO) del Partenariato Europeo per l’Innovazione in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura (PEI-GO)” – annualità 2017. 

Partners del progetto sono alcune imprese agricole toscane:  Barone Ricasoli Spa Agricola (capofila), Società Agricola San Felice SpA, Azienda Agricola dell’Agnello Vilio, Azienda Agricola Meini Fabrizio. Con loro operano altri partners quali NATECH Srl, CNIT-Consorzio Nazionale interuniversitario per le Telecomunicazioni, Dipartimento di Scienza della Terra e dell’Ambiente dell’Università di Pavia,  WWF Arezzo Onlus, Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, E.R.A.T.A. – Ente di assistenza tecnica e formazione della Confagricoltura Toscana.

Aprirà i lavori l’assessore regionale all’Agricoltura, Marco Remaschi, e seguiranno gli interventi di imprenditori ed esperti che daranno la misura del problema degli ungulati in Toscana e proporranno la soluzione con lo sviluppo del nuovo prototipo Ultrasound Animal Repeller.