Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto
Skyscraper 1
Skyscraper 2

La Toscana guarda verso la bioagricoltura: nuovi corsi per agricoltori

Ad Arezzo, Firenze, Pisa, Pistoia e Grosseto da ottobre lezioni imprenditori agricoli su biologico e biodinamico finanziati dalla Regione nell’ambito del PSR

TOSCANA.  La Toscana guarda verso l’agricoltura biologica e biodinamica. Con l’autunno riprendono, infatti, gli appuntamenti di BioGreen: il corso interamente finanziato dalla Regione Toscana che l’Istituto di formazione APAB propone agli agricoltori che vogliono riconvertire la propria azienda e innovare nel segno della qualità, del rispetto per l’ambiente e della competitività economica. L’esperienza, che prevede 40 ore di formazione gratuita più workshop e coaching, punta a creare una figura di nuovo imprenditore agricolo, consapevole delle opportunità, sociali ed economiche dall’approccio moderno e consapevole che propone l’agricoltura biologica e biodinamica, capace di affrontare con approcci gestionali innovativi ed efficaci la creazione d’impresa, la conversione aziendale e lo sviluppo delle attività, anche in relazione alle opportunità del mercato e delle politiche agricole.

I consumatori del resto guardano con sempre maggiore attenzione a questa filiera: secondo le elaborazioni Ismea diffuse in occasione della recentissima fiera Sana di Bologna, nel 2018 la spesa per i prodotti alimentari biologici ha sfiorato i 2,5 miliardi di euro, raggiungendo una quota del 3% sul valore complessivo dell’agroalimentare. Per i primi sei mesi del 2019 i dati sulla spesa alimentare indicano un’ulteriore incremento degli acquisti domestici dell’1,5% e alla fine dell’anno la quota potrebbe superare il 4% del totale. Complessivamente, inoltre, le vendite del comparto (includendo food e non food) hanno toccato nel 2018 quota 4.089 milioni con una crescita negli ultimi 10 anni del 171%. La Toscana, secondo i dati Sinab, non fa eccezione con il 20,9% di superficie coltivata a biologico nel 2018 (la media nazionale è del 15,5), in crescita dell’1,2% rispetto all’anno precedente.

L’occasione per formarsi in questa direzione, insomma, è preziosa e il programma di BioGreen mette a disposizione docenti qualificati con studi di caso centrati su esperienze di successo che permettono a imprenditori agricoli, coadiuvanti familiari e dipendenti di approfondire i temi della fertilità dei suoli, della conversione delle aziende e dell’incremento di biodiversità.

I primi appuntamenti partiranno ad Arezzo, Firenze e Pisa in ottobre ma le iscrizioni sono già aperte tramite la pagina www.apab.it/biogreen, on-line si trovano tutti i programmi delle varie sedi previsti. I posti, proprio per garantire la migliore esperienza formativa, sono limitati a 15 allievi per ogni corso quindi invitiamo gli interessati a iscriversi quanto prima. Per saperne di più: info@apab.it, 055488017.