Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto
  • Aquila
  • Bruco
  • Chiocciola
  • Civetta
  • Drago
  • Giraffa
  • Istrice
  • Leocorno
  • Lupa
  • Nicchio
  • Oca
  • Onda
  • Pantera
  • Selva
  • Tartuca
  • Torre
  • Valdimontone

Palio del 16 agosto: modalità di iscrizione dei cavalli alla previsita

Prove regolamentate per la presentazione alla tratta

SIENA.  Dal prossimo 22 luglio e fino al 30 potranno essere iscritti alla previsita tutti i cavalli, anche se non iscritti all’apposito Albo, purché rispondano ai requisiti richiesti. In particolare che siano soggetti nati in Italia con percentuale di sangue inglese non superiore al 75%, essere in regola con le vaccinazioni, compresa l’AIE (anemia infettiva degli equidi), essere non DPA (non destinati alla produzione di alimenti per consumo umano) da comprovarsi con documento identificativo genealogico originale (cosiddetto passaporto) rilasciato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali – Dipartimento delle Politiche Ippiche – Area Sella ex ASSI ex UNIRE e che rispettino i seguenti parametri, come dati biometrici: da 150 a 156 cm di altezza al garrese, con la circonferenza stinco non inferiore a 19 cm, oppure non inferiore a 19,5 cm per un’altezza al garrese da cm 156,1 a 163.

I cavalli dovranno risultare idonei alla misurazione effettuata dalla Commissione Veterinaria

I proprietari dovranno presentare apposita assicurazione di Responsabilità Civile contro Terzi (RCT) – Proprietà e uso di cavalli, con l’identificazione specifica del cavallo assicurato (nome, razza, sesso e mantello), attestante anche la copertura: a favore di altra persona che, con il consenso del proprietario, abbia in uso il cavallo; dei danni verificatisi durante le fasi del Palio fino alla presentazione. E’ facoltà dei proprietari presentare polizza assicurativa che comprenda tutte le fasi, incluse le prove e il Palio: dal termine delle operazioni della Tratta e, se scelto, fino a dopo la Carriera e alla restituzione al proprietario.

Il proprietario, inoltre, dovrà presentare, entro il prossimo 30 luglio, la certificazione sullo stato sanitario e farmacologico degli ultimi 20 giorni dei cavalli da parte del veterinario di fiducia iscritto all’albo professionale.

Il modulo per la richiesta di iscrizione alla previsita, da compilare a cura del proprietario, dovrà essere indirizzato al Sindaco del Comune di Siena e pervenire improrogabilmente entro le ore 12 del prossimo 30 luglio all’Ufficio Palio.

Si ricorda che i cavalli dovranno essere iscritti alla previsita e alla Tratta con il nome d’origine.

L’autorità comunale insieme alla Commissione veterinaria provvederà a stilare l’elenco dei cavalli per la previsita, sentito il parere non vincolante dei Capitani delle Contrade partecipanti.

Le previsite saranno effettuate dalla Commissione i prossimi 6 e 7 agosto, con eventuale prosecuzione, se necessario, all’8, con data e orario direttamente comunicati al proprietario.

Tutti i soggetti saranno sottoposti a prelievo ematico per screening farmacologico e quelli che risulteranno non negativi verranno esclusi senza possibilità di appello.

Per quanto concerne, invece, le prove regolamentate, a totale rischio del proprietario, la mattina dell’11 agosto, lasciando la disponibilità eventuale per il giorno successivo, dalle 6 alle 8, sarà allestita la pista.

I cavalli, senza fasce (consentiti, invece, i paracolpi), dovranno arrivare in Piazza del Mercato entro le ore 5,30 per poi essere condotti all’interno del Cortile del Podestà da idonei accompagnatori che dovranno avere il documento identificativo genealogico originale rilasciato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Tutti i cavalli, in caso di esito positivo della previsita e dopo consultazione non vincolante con i Capitani delle Contrade partecipanti, dovranno effettuare le prove regolamentate per un più approfondito giudizio sulla idoneità del cavallo, salvo che la Commissione Veterinaria non disponga diversamente sulla base dell’esperienza maturata nel Campo o per eventuali esigenze organizzative.

In questa fase la Commissione veterinaria si riserva la possibilità di dichiarare non idonei altri cavalli, oltre quelli già esclusi durante la previsita. 

I proprietari dei cavalli dovranno iscrivere il fantino che monterà per le prove regolamentate; non sarà ammesso alcun cambio di monta durante le stesse.

Per la Tratta del 13 agosto si ricorda che la presentazione dei cavalli dovrà avvenire dalle 6,30 alle 7,30.

Come previsto dall’art. 37 del Regolamento per il Palio, il proprietario ha l’obbligo di presentare il cavallo alla Tratta, se ritenuto idoneo dalla Commissione Veterinaria. Qualora un cavallo ammesso alla Tratta, non venga presentato alla stessa, sarà escluso dalla partecipazione alla Carriera successiva. In caso di ripetuta assenza nei successivi tre Palii, il cavallo verrà escluso per tre anni.

L’amministrazione, su giudizio del veterinario comunale, previa visita da effettuarsi nell’orario e nel luogo di convocazione del cavallo, può esonerarlo, per impedimento sopravvenuto, e giustificarlo dalla partecipazione alle prove regolamentate o alla Tratta.

Qualora il cavallo sia nell’impossibilità, per ragioni sanitarie da attestare con idonea documentazione, di raggiungere il luogo di convocazione l’Amministrazione comunale si riserva di far accertare dal veterinario comunale l’indisponibilità di trasporto; ma solo nel caso che la patologia indicata sia effettivamente riscontrabile al momento della visita e che il cavallo si trovi nel territorio comunale.

Sarà cura dell’amministrazione comunicare al proprietario le decisioni del veterinario comunale in merito all’eventuale accettazione della richiesta di esonero.

Si ricorda che i fantini devono esibire il certificato medico agonistico, copia del certificato di assicurazione personale contro infortuni, aver compito la maggiore età, indossare il Cap omologato e il corpetto protettivo, dichiarare di non aver riportato condanne per maltrattamento o uccisione animali, spettacoli o manifestazioni vietati, competizioni non autorizzate e scommesse clandestine.

I cavalli scelti per la Carriera, nonché il vincitore della stessa verranno sottoposti a prelievo  di sangue con le modalità previste dalla Convenzione con l’Università di Pisa.

Si precisa che per le prove regolamentate non è ammesso l’utilizzo del frustino, e che verranno effettuati controlli, alcol test e drug test a campione.

Maggiori e più dettagliate informazioni, nonché la modulistica, sono reperibili sul sito www.comune.siena.it – La Città – Il Palio – Palio 16 agosto 2019 – Previsite e prove regolamentate.