Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto
  • Aquila
  • Bruco
  • Chiocciola
  • Civetta
  • Drago
  • Giraffa
  • Istrice
  • Leocorno
  • Lupa
  • Nicchio
  • Oca
  • Onda
  • Pantera
  • Selva
  • Tartuca
  • Torre
  • Valdimontone

“Città dei Mestieri: porte aperte al Saltarello”

SIENA. Il Laboratorio Comune di Scambio e Formazione, cuore di “Città dei Mestieri”, apre le porte alle 17 Consorelle e a tutta la cittadinanz. Sabato 18 gennaio dalle 18 alle 20, in Vicolo del Saltarello 2, porte aperte al Saltarello.

Sarà benvenuto chi vorrà visitare gli spazi, di proprietà dell’Asp Città di Siena, che molti uomini e donne delle diverse Contrade hanno contribuito, con il loro lavoro volontario, a riqualificare secondo le finalità del progetto “Città dei Mestieri”

“Il Saltarello”: un vero centro artigianale e culturale, un luogo di formazione, di incontro e di scambio di conoscenze ed esperienze dove recuperare, valorizzare e tramandare le competenze e le conoscenze relative agli antichi mestieri artigiani e di artigianato artistico cittadino, anche con finalità di sviluppo occupazionale. Qui le Contrade (Economi delle Contrade e Commissioni Solidarietà ) intendono organizzare varie attività e corsi di formazione per la manutenzione del proprio patrimonio artistico: sartoria, pittura, calzamaglia, lavorazione del cuoio ecc., consentendo anche un’attività di mutuo soccorso tra Contrade per questo settore.

L’auspicio di “Città dei Mestieri” è quello di  favorire la creazione di un sistema a rete che permetta la condivisione di informazioni e percorsi tra Contrade, e tra Contrade e istituzioni cittadine, consolidando la cultura dello scambio e del lavoro di squadra, contribuendo concretamente alla rinascita della nostra Città.

Un’ulteriore testimonianza della capacità propositiva, progettuale e realizzativa delle Contrade quali maggiori articolazioni sociali di Siena.