Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Siena-Grosseto: galleria di Pari aperta entro febbraio

L’assessore Ceccarelli risponde a due interrogazioni di Lega e Pd sull’allungamento dei tempi per il ripristino della viabilità

FIRENZE. “Non sono previste ‘procedure’ che possano garantire l’esecuzione dei lavori, se non quelle che richiamano il rispetto dei tempi stabiliti contrattualmente”. L’assessore ai trasporti Vincenzo Ceccarelli ha risposto così ad un’interrogazione dei consiglieri Marco Casucci ed Elisa Montemagni (Lega Nord), che chiedevano, appunto, quali ‘procedure’ intendesse attivare la Giunta regionale per garantire, nel più breve tempo possibile, il ripristino della normale viabilità sulla statale 223 Siena-Grosseto, con la galleria di Pari ancora chiusa al traffico.

“Per l’esecuzione dei lavori, Anas sta comunque agendo con tempestività”, ha aggiunto l’assessore, sottolineando che la Regione può solo invitare a ridurre, per quanto possibile, i tempi dei lavori di consolidamento necessari alla riapertura della galleria al transito sia dei mezzi leggeri che pesanti, “garantendo uno stretto scambio di informazioni con il compartimento Anas di Firenze per monitorare la situazione”.

“Dai contatti avuti con il suo direttore, lo slittamento dei tempi fino alla fine di febbraio 2016 è dovuto ad ulteriori problemi sorti nella galleria vecchia, mentre venivano effettuati i lavori per la nuova”, ha precisato Ceccarelli, rispondendo all’interrogazione dei consiglieri Leonardo Marras, Simone Bezzini e Stefano Scaramelli (Pd). La situazione all’interno è, infatti, risultata peggiore di quanto fosse apparso ad una prima ricognizione, per cui sono stati rivalutati i tempi di esecuzione dei lavori di placcaggio e risanamento del calcestruzzo sui circa 800 metri di galleria.

“Il responsabile del procedimento ha assicurato che l’impresa Strabag sta lavorando su quattro turni, coprendo tutte le ventiquattr’ore giornaliere – ha concluso l’assessore –. L’impegno alla riapertura entro febbraio dovrebbe essere mantenuto”.

“Parzialmente soddisfatto” della risposta si è detto il consigliere Marco Casucci. “Come consiglieri di opposizione monitoreremo la situazione con la massima attenzione per il rispetto dei tempi – ha affermato – La vicenda della galleria di Pari mostra quanto la nostra regione sia drammaticamente indietro da un punto di vista infrastrutturale”.

“Soddisfatto”, invece, il consigliere Leonardo Marras. “Quella strada è davvero decisiva per il nostro territorio. Spero che quanto detto all’assessore sia vero, sarebbe drammatico se fosse altrimenti – ha rilevato – Tutto il traffico, anche quello pesante, passa su una stradina di tre metri. E andiamo verso la stagione brutta. Se poi si toccasse la stagione estiva, sarebbe un colpo al cuore per l’intera Maremma, perché è l’unico vero accesso al territorio, se escludiamo quello da sud”.

In questa prospettiva Marras ha dichiarato di condividere le preoccupazioni del sindaco di Civitella Paganico Alessandra Biondi, che registra un rallentamento dei lavori lungo tutto il cantiere. Per questo ha invitato la Giunta regionale a promuovere un incontro con Anas e lo stesso sindaco per le verifiche tecniche del caso.