Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

L’Ordine degli architetti di Firenze diventa presidio locale di Protezione civile

Il presidio avrà un nucleo di coordinamento composto da tre membri e un coordinatore, oltre a cinquantatrè architetti

FIRENZE. L’Ordine provinciale degli architetti di Firenze, sulla base di un accordo nazionale tra Consiglio nazionale degli architetti e Protezione civile, ha deliberato l’istituzione di un presidio locale di protezione civile, che da ora in poi avrà il compito di collaborare con gli enti e gli organismi comunali, provinciali e regionali in situazioni di emergenza ma, soprattutto, a scopo preventivo in materia di protezione civile.
Il presidio avrà un nucleo di coordinamento composto da tre membri e un coordinatore, oltre a cinquantatrè architetti che nei mesi scorsi sono stati formati con specifici corsi allestiti di concerto con la Protezione civile. Altri architetti iscritti all’albo di Firenze seguiranno analoghi corsi di formazione nei mesi a venire.
La partecipazione alle attività coordinate dalla Protezione civile avverrà su base volontaria e a titolo gratuito in piena responsabilità professionale, e sarà prevalentemente finalizzata alla redazione di piani di emergenza, alla realizzazione di indagini preventive sulle vulnerabilità sismiche e idrogeologiche in rapporto alla pianificazione urbanistica, alla stabilità e preservazione dei beni culturali, dell’edilizia scolastica e ospedaliera.
Nei prossimi giorni inizieranno gli incontri con le singole amministrazioni locali per giungere alla stipula della convenzioni di collaborazione stabile e organizzata.

Il Consiglio dell’Ordine degli architetti della provincia di Firenze

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-bidi-font-family:”Times New Roman”;
mso-bidi-theme-font:minor-bidi;}