Emigrazione e fuga dei cervelli: la meta preferita degli italiani è la Germania

ROMA. Negli ultimi anni il fenomeno degli emigranti è andato via via aumentando. Dal 2008 al 2015, stando ai dati relativi alle cancellazioni dall’anagrafe, sono stati oltre 500.000 gli italiani emigrati all’estero. Dati che devono far riflettere, soprattutto sulle mancate prospettive economiche nel nostro Paese. Ma ciò che colpisce, è che non sono poi tante le destinazioni estere preferite da chi lascia l’Italia. E la Germania, su tutte, rappresenta la meta spesso più gettonata dagli expat tricolori. È questa la nazione che ad oggi ospita la maggior parte degli emigranti. I motivi? Soprattutto economici, visto il livello medio di remunerazione al di sopra di quello italiano. Ed ecco alcune informazioni utili per chi sceglie la meta tedesca.

Expat in Germania: alcune informazioni utili

Il primo passo da muovere è la ricerca dell’alloggio. Potete affidarvi ad alcuni amici già in Germania – se ne avete – oppure controllare gli annunci immobiliari presenti su Internet. In alternativa, un alloggio temporaneo vi darà tutto il tempo per trovare casa. Per quanto riguarda il lavoro, come sempre è meglio partire avendolo già trovato o almeno avendo già preso contatti con delle aziende del posto. Se non conoscete il tedesco, invece, si può compensare con le skill secondarie: proattività ed entusiasmo sono doti molto apprezzate in Germania. Ma il tedesco va comunque imparato. Infine, in Germania il curriculum conta ma solo relativamente: in terra tedesca le aziende preferiscono il Bewerbung, ovvero un dossier molto più approfondito.

Come trasferirsi in Germania?

La fase del trasloco è sempre stressante, anche psicologicamente. Ma è possibile affrontarla con piglio, qualsiasi sia la meta del vostro trasferimento. Come affrontare tutte le difficoltà portate dalla logistica di questa fase? Il modo migliore è contattare un’azienda specializzata in traslochi internazionali, come Blissmoving. Si tratta della strategia più efficiente per curare tutti gli aspetti burocratici del proprio trasferimento e per avere la certezza che tutto venga svolto in modo professionale.

Andare a vivere in Germania: tutti i vantaggi

La Germania è un paese estremamente preciso, soprattutto in termini di lavoro. Non a caso, l’economia tedesca è in cima alle graduatorie europee. I vantaggi principali di un trasferimento in Germania, dunque, sono quelli lavorativi: qui la meritocrazia è l’unico fattore che determina le assunzioni e le carriere. E gli stipendi, al contrario dell’Italia, rispecchiano sempre il valore del professionista. Essendo un paese dell’Unione Europea, agli italiani non sono richiesti particolari permessi per lavorare, solo alcuni documenti. A livello di vita sociale, poi, la terra tedesca è una miniera di opportunità: soprattutto per gli italiani, visto che i tedeschi si dimostrano particolarmente cordiali con noi.