il Cittadino on line quotidiano di Siena e Provincia
commenti
0
02/03/2011 12:40

Sinalunga-Foiano: è guerra per l’Acquapark

Dopo l'outlet, arriva il parco acquatico. Sarà il caso?

Sinalunga-Foiano: è guerra per l’Acquapark

S

ervizio speciale di Enrico Campana
SINALUNGA. “Solo Orte ha queste cifre, col casello Bettolle è quasi al collasso, tutti i problemi finiscono per ricadere su Sinalunga”, sbotta Andrea Francini, il segretario del Pd sinalunghese, ormai temprato a battaglie per la sostenibilità del territorio, scendendo nuovamente in campo a fianco del suo sindaco Maurizio Botarelli.
Non si tratta, stavolta, dell’antica e colorita rivalità. Fra Bettolle e Foiano è scoppiata la guerra del Parco Acquatico che sorgerà nel Comune di Foiano, sette ettari vicino all’Autostrada, a un chilometro dall’Outlet Village, nel triangolo fra i comuni di Sinalunga, Lucignano e dove è nato Walter Veltroni.
Il rischio è che l’imbuto dell’uscita Valdichiana, nei fine settimana spesso intasato, con 3-4 milioni di visitatori all’anno da stime Outlet, possa scoppiare. Franco Parigi, sindaco di Foiano, ha già messo la firma sul progetto che si prefigge di calamitare nei week end estivi i ragazzi e le loro famiglie, magari muovendosi in roulottes e, come opzione, anche lo shopping, e magari notturno. E sarà la Fase Due della creazione della Valdichiana Shopping & Entertainement Valley, la valle degli Acquisti e del Divertimento. E magari il preludio di una Fase Tre. Che significa quale prospettiva una insostenibile pressione di traffico in uscita dal Casello Autosole, da Perugia, dalla Superstrada che scarica il traffico da Siena e da quella Arezzo fino al troncone di Lucignano, e infine anche quello proveniente da Torrita, Trequanda e Montepulciano che la domenica pomeriggio raggiunge i 2 chilometri di coda dallo stop fino a prima dell’ingresso del paese.
Questa l’immagine spettrale, cinematografica, del Grande Ingorgo provocate da malintese autonomie spesso declinate secondo usi e costumi del tempi delle lotte dei comuni, mancanza di una regia nello sviluppo territoriale.

La prospettiva è una insostenibile pressione di traffico in uscita dall'Autosole, da Perugia, dalla Superstrada di Siena e da quella Arezzo, e anche quello proveniente da Torrita, Trequanda e Montepulciano, che la domenica pomeriggio raggiunge i 2 chilometri di coda

E magari anche determinata all’epoca da errori all’epoca o sottovalutazioni Se questo territorio già malato, citato in uno studio dell’Università di Siena come “pecora nera” per l’inquinamento e il depauperamento boschivo (vedi la nostra inchiesta http://www.ilcittadinoonline.it/news/133298/La_Valdichiana_%C3%A8_malata__Di_stress_ambientale.html) e messa al bando dalla Comunità europea per i rischi dell’agricoltura del versante aretino, Sinalunga deve cospargersi il capo di cenere. Si trova nella pania, infatti, per la poca sensibilità nell’affrontare il problema Outlet, che ha deprezzato dal punto di vista ambientale nelle terre appartenuta ai Lorena e ai Savoia. E con effetto domino - scappato ormai di mano - ha permesso la nascita di una cittadina commerciale con tanto di alberghi, supermercati, show room, officine, piccole industrie, capannoni. Una new town, per dirla berlusconianamente, servita tutta dal casello di Bettolle, con la sua rotatoria simile a una giostra infernale per le 24 ore, che, di fatto, ha spogliato del suo benessere questo bastione storico che in antichità fu porto fluviale.
Qual è l’errore? E’ come se, per cercare un’istantanea di questa “dabbenaggine”, uno concede una servitù prediale d’accesso al vicino per fare affari senza contropartita in cambio, e un deprezzamento della propria area. Un deprezzamento che ricade sui locali, le attività commerciali e i negozi di Bettolle, che denunciano cali paurosi di presenze o chiudono a fiotti, basta guardare ai numerosi cartelli vendesi o affittasi.
Cortese ma determinato, Francini alza la guardia. Poco importa se ci sono parentele strette di partito.“Approvato il progetto esecutivo, il Comune di Foiano - avverte - può far partire i lavori quando vuole, il nostro sindaco giustamente protesta perché mai s’è chiesto un parere. E, come conviene anche il sindaco di Lucignano, da noi sentito, ci è sembrato strano, come cortesia vorrebbe, che sia mancato un confronto, un tavolo nel quale parlare di condizioni ambientali e soprattutto infrastrutturali già critiche”.
Sinalunga, provincia di Siena, ha chiesto l’arbitrato della Regione nella “guerra dell’Acquapark” di competenza della Provincia di Arezzo. “A prescindere da questo progetto - spiega Francini – bisogna rispettare le ragioni del vivere. E’ un qualcosa che riguarda il quotidiano dell’ambiente e può creare una situazione impossibile, di esasperazione del territorio. E non si può nemmeno ignorare valutazioni idrogeologiche che confido siano state fatte, perché nella nostra zona manca l’acqua, che deve arrivare dal bacino di Montedoglio e qui si ragiona per migliaia di metri cubi d’acqua”.
Niente barricate, per ora, i cittadini aspettano l’esito del confronto. “Non credo che un investimento, per 3 mesi estivi, dia risposte in termini di lavoro e di economia. Noi siamo pronti al dialogo, però senza risposte ai problemi infrastrutturali e ambientali ognuno farà i suoi passi”.
La parola, adesso, passa al sindaco di Foiano, Franco Parigi. Si profila un arbitrato della Regione confidando anche nella sensibilità diplomatica dei presidenti delle rispettive Province, magari partendo da una situazione quasi grottesca, perché a soli 10 minuti dall’Outlet, in zona Vertighe, è funzionante già da anni un Acquapark. Realizzarne un altro, in tempi di estate siccitose col costo dell’acqua che salirà alle stelle, e le necessità di un territorio agricolo, non è un inutile lusso? La guerra dell’acqua non riguarda solo remoti continenti, ma anche la Valdichiana un tempo paludosa, malsana, e poi Eden agricolo, minato adesso dal progresso e la speculazione. Non è una guerra sullo sfondo di una sete biblica, ma su due nuovi flagelli ambientali: divertimento e del consumismo.
encampana@alice.it

CONDIVIDI CON

| Altro

Commenta

0 di 0 commenti [commenta ora]

Articoli Correlati

commenti | 0
Cronaca 25/06/2011 12:28

Accordo promozionale tra Terre...

leggi l'articolo [→]

commenti | 0
Nonsolosiena 24/01/2013 18:43

Tempo di maschere e coriandoli...

leggi l'articolo [→]

commenti | 0
Provincia 30/09/2013 12:55

A Castelnuovo Berardenga ogni ...

leggi l'articolo [→]

commenti | 0
Eventi 19/08/2011 18:24

Festival europeo di musica e d...

leggi l'articolo [→]

commenti | 0
Enogastronomia 28/10/2013 17:51

La carne chianina toscana punt...

leggi l'articolo [→]

commenti | 0
Nonsolosiena 03/08/2013 16:42

Foiano: pub chiuso per spaccio...

leggi l'articolo [→]

 

Seguici Anche:

videogallery
fotogallery
Banca Cras con la R - 05/09/2014 Visualizza tutti i video del cittadino

CLUSTER
Concessionaria di Pubblicità
Via dei Termini 72/a 53100 Siena - Tel 0577 45561 - Fax 0577 270774

Ed. Prima Squadra scarl - P. I.01193820527 - Registrazione Tribunale di Siena n. 13 del 12 Settembre 2008
Sede legale via Chiantigiana 5 53100 Siena info@ilcittadinoonline.it tel. 338/4990040 fax virtuale 06/233223316
credits virtualcom Interactive