Presentata a Firenze la Fondazione dei giornalisti della Toscana

FIRENZE. Tutelare e valorizzare la figura del giornalista, promuovendo ogni iniziativa volta a migliorare la formazione, i percorsi di accesso alla professione e il lavoro quotidiano: sono questi i principali obiettivi della Fondazione dell’Ordine dei giornalisti della Toscana.

Istituita nei mesi scorsi, la Fondazione dell’Ordine dei giornalisti della Toscana è stata presentata oggi durante un evento pubblico che si è tenuto allo Zeffirelli’s Tea Room di Firenze.

Ad intervenire sono stati il Questore Alberto Intini, la Prefetto Laura Lega, il Procuratore Generale della Repubblica Marcello Viola, il Procuratore della Repubblica Giuseppe Creazzo, la  Presidente del Tribunale di Firenze Marilena  Rizzo, la Presidente della Corte d’Appello di Firenze Margherita Cassano, il Presidente della Camera di Commercio Leonardo Bassilichi, il Comandante Provinciale della GdF Gen. Benedetto Lipari, il Vice Presidente del Consiglio regionale Marco Stella, il professor Cosimo Ceccuti, docente di storia del giornalismo all’Università di Firenze, il presidente del Corecom Enzo Brogi e i rappresentanti degli ordini degli avvocati, dei commercialisti, medici chirurghi, periti agrari.

“L’Ordine aveva bisogno di dotarsi di uno strumento idoneo alla programmazione di una formazione permanente di qualità, capace cioè di promuovere corsi, convegni e seminari – ha spiegato Carlo Bartoli, presidente di Odg Toscana e della nuova Fondazione dell’Ordine dei giornalisti della Toscana, nel suo intervento – Inoltre, i continui mutamenti nella professione giornalistica rendono sempre più urgente adottare strumenti adeguati a sostenere nuove iniziative imprenditoriali per i giornalisti: la Fondazione è lo strumento adatto per rispondere a questo tipo di esigenze”.

La Fondazione dell’Ordine dei giornalisti della Toscana è un ente senza scopo di lucro che affianca e supporta l’Ordine regionale nella tutela e valorizzazione della professione giornalistica: dalla promozione della formazione di qualità alla realizzazione di iniziative editoriali; dall’organizzazione di servizi per i professionisti alla realizzazione di studi, convegni, seminari e iniziative di confronto con altre realtà nell’ambito delle discipline connesse alla professione del giornalismo.

A guidarlo è il Comitato direttivo formato da Carlo Bartoli (presidente), Paolo Mori (vicepresidente), Silvia Motroni (segretaria), Nicola Novelli (tesoriere), Luigi Caroppo, Omero Cambi e Federica Sali. 

Nelle scorse settimane sono state siglate anche le prime convenzioni con realtà di prestigio del territorio: si tratta dell’Accademia della Crusca, della Camera di Commercio di Firenze, della Fondazione Sistema Toscana, della Fondazione Nuova Antologia, dell’Università di Firenze e dell’Università per stranieri di Siena.

“Sono realtà con le quali abbiano già collaborato in questi anni nell’organizzazione dei corsi di formazione professionale per giornalisti – ha aggiunto Silvia Motroni, segretaria della Fondazione dell’Ordine dei giornalisti della Toscana – Grazie a questi nuovi accordi sarà possibile proporre ai nostri iscritti una formazione sempre più qualificata e qualificante, in linea con gli obiettivi della nuova Fondazione”.

Tutti i giornalisti sono invitati a far parte della Fondazione dell’Ordine dei giornalisti della Toscana sottoscrivendo la quota associativa.

“Si tratta di una sfida importante e per questo invito tutti i giornalisti toscani a partecipare attivamente a questo processo, fornendo suggerimenti, idee e stimoli – ha concluso Carlo Bartoli – L’obiettivo è fare in modo che la Fondazione dell’Ordine dei giornalisti della Toscana sia uno strumento utile, aperto alla società e al servizio della nostra categoria”.

La Fondazione dell’Ordine dei giornalisti della Toscana ha sede presso l’Ordine dei giornalisti della Toscana, in vicolo de Malespini, 1, a Firenze. Per contattarla è possibile scrivere a info@fondazioneodgtoscana.org