Gruppo Enel: un’ora di sciopero anche nelle sedi toscane

agitazione promossa a livello nazionale da Filctem Cgil, Flaei Cisl e Uiltec Uil dopo l’ennesimo incidente sul lavoro

FIRENZE. A seguito dell’incidente che ha portato al ricovero in rianimazione di un giovane lavoratore di E-Distribuzione nella zona di Venezia nella mattina del 20 marzo scorso, Filctem Cgil, Flaei Cisl e Uiltec Uil hanno proclamato a livello nazionale un’ora di sciopero di tutti i lavoratori del gruppo Enel il giorno 23 marzo. Lo sciopero interesserà tutte le attività del gruppo anche in Toscana. Il grave infortunio del giovane operaio è infatti l’ennesimo occorso nei primi mesi dell’anno; incidenti che hanno interessato, con drammatiche conseguenze, 2 lavoratori di imprese in appalto e 3 operai di E-distribuzione. Le indagini chiariranno la dinamica dell’incidente ma secondo Filctem, Flaei e Uiltec questo certifica la gravità della situazione in cui versano i lavoratori. I sindacati di categoria evidenziano in particolare gli eccessivi carichi di lavoro associati ad un’organizzazione del lavoro frenetica come è stato ampiamente dimostrato nella gestione delle emergenze degli ultimi periodi, e connesso ad una irrazionale riduzione del personale. Le categorie dei lavoratori elettrici sostengono con forza che “la cultura della sicurezza in una grande e seria azienda non possa evolvere in questa maniera” e ribadiscono la volontà che “la qualità del lavoro torni al centro dell’organizzazione, prima ancora del business”.