Cgil: “L’attacco violento, oltre che sguaiato, ai giornalisti da parte di esponenti del governo e del movimento che lo sostiene è inaccettabile”

FIRENZE. “La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure”, lo dice l’art.21 della Costituzione, tutti dovrebbero averlo ben chiaro, a maggior ragione chi su quella carta ha giurato assumendo incarichi di governo. La libertà di stampa non è cosa che riguarda solo i giornalisti che hanno il dovere di informare, riguarda tutti e ciascuno di noi che abbiamo il diritto di essere informati.
Non c’è democrazia senza libertà di stampa. L’attacco violento oltre che sguaiato ai giornalisti da parte di esponenti del governo e del movimento che lo sostiene è inaccettabile.
La Cgil Toscana è a fianco dei giornalisti toscani e a quelli che in tutta Italia domani scendono in piazza per dire basta attacchi”, così la segretaria generale della Cgil Toscana Dalida Angeliniche per impegni improrogabili non potrà essere fisicamente con loro domani, alle 12, sotto la prefettura di Firenze