Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

I supereroi acrobatici arrivano dal cielo e fanno tappa alle Scotte

Appuntamento nel piazzale antistante il Dipartimento Materno-Infantile, ingresso principale lotto IV il prossimo 19 febbraio

 SIENA.  Saranno Capitan America, Spiderman, Ironman e Hulk a rendere indimenticabile la giornata del 19 febbraio 2019 per i piccoli pazienti dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese. I loro Supereroi preferiti, infatti, faranno loro una visita a sorpresa scendendo dal tetto dell’ospedale Santa Maria alle Scotte, dal Dipartimento Materno-Infantile, al lotto IV, dove sono ricoverati per combattere la più importante delle loro battaglia: quella contro la malattia. Mentre i Supereroi scenderanno e si affacceranno alle finestre per salutare i bambini, all’interno del reparto passeranno in visita, portando doni e sorrisi altri eroi di cartoni animati e fumetti come Frozen, Minnie, Masha e Orso. 
A travestirsi e regalare una giornata di svago ai bambini ricoverati saranno i manager e i tecnici di EdiliziAcrobatica, azienda leader in Italia nel settore dell’edilizia in doppia fune di sicurezza. 
“Ringraziamo i professionisti – dichiara Valtere Giovannini – per questa iniziativa che porta tanta allegria e un tocco di originalità. La sorpresa che riceveranno i bambini e il loro stupore nel vedere arrivare i supereroi dal cielo renderanno sicuramente più spensierata la loro permanenza in ospedale”. 
Scopo dell’iniziativa ideata da EdiliziAcrobatica che già da qualche anno dà vita alle calate dei Supereroi negli ospedali italiani, è offrire a uno spettacolo che possa regalare una giornata diversa a tutti i piccoli pazienti costretti dalla malattia a trascorrere le loro giornate in reparto.
“Siamo felicissimi di collaborare con l’Azienda ospedaliero-universitaria Senese per portare ai piccoli pazienti una giornata di sorrisi – hanno dichiarato Riccardo Iovino e Anna Marras, soci di EdiliziAcrobatica -. Il nostro progetto dei Supereroi Acrobatici nasce proprio a questo scopo, perché per noi non c’è niente di più bello al mondo del sorriso di un bambino”.