“Di metro in metro”, passeggiata poetica in Fortezza

Appuntamento venerdì 14 settembre alle 18,30 con Stefano Dal Bianco, Daniela Gentile, Natalia Paci, Mario Laghi Pasini, Alessandro Fo

POGGIBONSI.  Edizione numero quattro per “Di metro in metro”, passeggiata poetica fino al crepuscolo lungo i camminamenti della Fortezza Medicea di Poggio Imperiale.

L’appuntamento è per venerdì 14 settembre con ritrovo alle 18.30 presso la Porta San Francesco della Fortezza. A camminare, leggere, dialogare tra loro e con i partecipanti saranno Stefano Dal Bianco, Daniela Gentile, Natalia Paci, Mario Laghi Pasini. Ospite Alessandro Fo che dedicherà loro una poesia introduttiva.

Il percorso quest’anno prevede quattro soste. La prima sosta-lettura sarà nel villaggio medievale ricostruito dagli archeologi dell’Università di Siena, la seconda presso i resti dell’antica Basilica di Poggio Bonizio, la terza e la quarta in due punti panoramici del camminamento. La conclusione, nella quale ciascun poeta leggerà un ultimo testo, sarà nella prossimità di porta San Francesco.

La passeggiata sarà seguita da una autentica novità, “Di maitre in maitre”, cena poetica presso l’Osteria al Cassero della Fortezza di Poggio Imperiale a base di un menù poetico immaginato da Dario Ceccherini con interludi a tema di Alessandro Fo, Goffredo Serrini e Francesco Burroni.

“Di metro in metro” è un’iniziativa dell’associazione “La Scintilla” realizzata con il sostegno e il patrocinio del Comune e con la collaborazione dell’associazione “Amici di Romano Bilenchi”. Progetto grafico di Alessandro Bellucci.

Nelle precedenti edizioni hanno partecipato a “Di metro in metro” Paolo Maccari, Matteo Pelliti, Giuseppe Grattacaso, Lucia Brandoli Bousquet, Anna Elisa De Gregorio, Claudio Pasi, Stefano Carrai, Giovanna Cristina Vivinetto.

Per la cena  è obbligatoria la prenotazione (ultimissimi posti a disposizione). Per la passeggiata si richiede puntualità ai partecipanti. La partenza sarà alle 18,35.

Per prenotare scrivere a lascintilla.associazione@gmail.com o inviare un messaggio privato alla pagine facebook dell’associazione.