Castelmuzio in festa con l’olio “novo”

TREQUANDA. Sabato 14 si comincia presto (ore 9,30) con un mercatino dei produttori di olio locale, di vino Doc Orcia e di prodotti tipici. In vendita anche oggetti del passato con asta benefica a fine serata. In contemporanea un incontro tecnico sui cambiamenti climatici e l’olivicoltura nell’area del Senese: irrigazione e fertilizzazione per mitigarne gli effetti. Ne parlano Riccardo Gucci, Giovanni Caruso, Tommaso Torrigiani Malaspina, Alberto Puggioni. Modera Riccardo Ricci. Quindi (ore 11) “Saper riconoscere un buon olio” con gli assaggiatori Aicoo, per scuole. Nel pomeriggio (ore 16) il torneo di biliardo e il torneo di tennis tavolo individuali a eliminazione diretta. Per le vie del borgo: “Vecchi giochi per l’Olio Novo” riservato a grandi e piccini. Quindi: (ore 16,30) “Saper riconoscere un buon olio” con gli assaggiatori Aicoo; (ore 17) “Come una volta”, simulazione della raccolta delle olive come ai tempi passati. Nel pomeriggio (18-19,30) l’asta benefica e la premiazione del torneo di biliardo. In serata (ore 21,15) al Museo della compagnia.

Domenica 15 (ore 8,30) si svolge una passeggiata tra gli olivi di circa 8 km. con visita alla chiesa del monastero di Sant’Anna in Camprena e colazione con fettunta. Quindi (ore 9,30) per le vie del borgo, riprende il mercatino dei produttori locali e degli oggetti del passato, con asta benefica a fine serata; (ore 11) “Saper riconoscere un buon olio” con gli assaggiatori Aicoo; (ore 12,30) pranzo con menù della tradizione a base olio Evo presso lo stand gastronomico. Nel pomeriggio torneo di tennistavolo a eliminazione diretta (ore 15). A seguire “Il Gioco dell’oca” per grandi e piccini, musica da strada, magie e giochi circensi. Fino alle 19, “Olio da Strada”, degustazione itinerante e percorso olfattivo. In programma anche una simulazione della raccolta delle olive come avveniva in  passato (ore 17). Gran finale (ore 20,30), dopo l’asta benefica con vino novello, castagne e divertimento in piazza.