“No al parcheggio multipiano del Bersaglio”

Il Comitato volontario spiega in una lettera la contrarietà alla costruzione

MONTEPULCIANO. Egregio direttore del il Cittadino.

Le scrivo in qualità di Presidente del Comitato volontario “Il Bersaglio”, costituitosi alcuni mesi orsono per opporsi alla ipotesi di realizzazione di un parcheggio interrato multipiano di una lunghezza di circa 150 mt, in uno degli angoli più belli e caratteristici dal punto di vista paesaggistico e architettonico del centro storico di Montepulciano. Come può ben constatare dalla foto allegata dove in rosso è indicata la zona interessata dall’intervento. L’area denominata sin dal secolo XIX il Bersaglio, per le sue qualità non a caso è soggetta a vincolo paesistico (no paesaggistico?), area fra l’altro pubblica che verrebbe ceduta a privati in cambio della realizzazione del parcheggio multipiano.
Per legittimare l’intervento occorre però una Variante Urbanistica in quanto i Piani vigenti destinano il Bersaglio solo a parcheggio di superficie, ( già esistente per altro da anni e perfettamente mascherato dal punto di vista paesaggistico)e a Parco Pubblico. Rispetto alla Variante in corso di adozione da parte del Comune, come Comitato ci stiamo battendo in questi giorni con decisione, tanto da aver iniziato un volantinaggio e fatto affiggere su tutto il territorio comunale manifesti dal titolo “NO ALLA VARIANTE URBANISTICA DEL BERSAGLIO”. Su tale questione abbiamo sensibilizzato associazioni Ambientaliste della portata del FAI, Italia Nostra e Lega Ambiente che hanno espresso la loro contrarietà all’intervento del Parcheggio interrato con precise e ufficiali prese di posizioni, stiamo interessando della cosa anche la Sovrintendenza, la Regione e la Provincia affinché esprimano un loro parere negativo in quanto l’intervento a nostro avviso contrasta sia con il Piano Paesaggistico vigente che con il Piano Territoriale della Provincia e del Piano Strutturale del Comune.
Tali Enti non potranno avallare una tale “Variante Essenziale” che tende a legittimare l’inserimento di uno scatolone di cemento di migliaia e migliaia di metri cubi in uno degli angoli più belli, simbolici e ricchi di storia di Montepulciano.
Concludo facendole presente che, in pochi mesi, i volontari del Comitato impegnandosi nei ritagli di tempo libero, hanno raccolto ben circa mille firme di cittadini contrari alla realizzazione del parcheggio e di conseguenza della Variante urbanistica.
Faccio altresì presente che, neanche a 50 mt da dove vorrebbero realizzare detto parcheggio, già esiste un’amplissima area di sosta della capacità di più di 200 posti auto che per più di 330 giorni all’anno risulta ampiamente sottoutilizzata.
Ringraziandola per l’attenzione da parte del Comitato e anche a nome di tutti i cittadini che hanno sottoscritto l’appello a non fare il parcheggio.

Cordialmente

Piero Cappelli