Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

"Bravi, complimenti per i tagli"

Un genitore "arrabbiato" per la riduzione dei servizi

MONTERIGGIONI. Non si capisce come mai mentre si chiedono ai cittadini enormi sacrifici in termini di aumenti di tasse che dovrebbero servire anche per migliorare i servizi a loro offerti, nello stesso momento questi vengono invece ulteriormente ridotti. Verrebbe da citare un sempre più attuale proverbio: “Becchi e mazziati”. Si effettuano tagli in tutti i settori: dalla sanità alla scuola, dai servizi sociali alle pensioni. Non sono però tagli finalizzati ad eliminare sprechi ma tendenti ad eliminare i servizi essenziali ai cittadini. Perché dobbiamo essere sempre noi “gente comune” a dover pagare per i nostri amministratori, da quelli del Governo centrale a quelli degli Enti locali, che in tutti questi anni hanno fatto abuso delle loro cariche istituzionali solo per soddisfare interessi privati? (Vedasi le notizie comparsi su tutti i quotidiani di questi ultimi tempi).
Il servizio di cui voglio parlare è l’insegnante di sostegno nelle scuole. Nello specifico la riduzione delle ore nella scuola media di Monteriggioni. Vorrei che i signori che ci governano, a tutti i livelli, prima di prendere certe decisioni che ledano i diritti primari di chi ha permesso loro di occupare le poltrone dove sono seduti, dovrebbero mettersi la mano sulla coscienza e pensare a come ci si sentirebbe se a subire gli stessi trattamenti fossero i loro figli!! Ma forse loro non hanno di queste esigenze perché i loro figli frequentano scuole private con i migliori insegnanti pagati anche questa volta con nostri soldi. BRAVI!!!! Non è giusto augurarsi che i loro figli abbiano bisogno di “SOSTEGNO”, (loro non hanno nessuna colpa) ma non è altrettanto giusto che chi ne ha bisogno ne venga privato per sanare una situazione economica disastrosa provocata da alcuni “signori” che hanno gestito per “usi impropri” i soldi di noi poveri contribuenti, facendoci diventare ancora più poveri! Se ne rendono conto o non hanno nessuno scrupolo?! Credo che quando, per scelte scellerate o per azioni di ruberie o delinquenza commesse da certe persone, a pagare debbano essere specialmente bambini o ragazzi che non hanno nessuna colpa (o forse solo quella di aver bisogno) sia necessario che i “colpevoli” riparino al danno commesso e si diano da fare per migliorare le cose.
 Quello che chiedo, quindi, è che non vengano ridotte le ore dell’insegnante di sostegno nella scuola media di Monteriggioni, come in tutte le altre, per permettere un insegnamento più adeguato alle esigenze dei ragazzi che da questo “aiutino” traggono vantaggio. Grazie!

UN GENITORE ARRABBIATO