Verso la stabilizzazione dei precari della Sanità

Siglato un acccordo tra sindacati e Regione

Stefania Saccardi

FIRENZE. I sindacati di categoria della Funzione pubblica di Cgil, Cisl e Uil della Toscana hanno sottoscritto con l’assessore regionale Stefania Saccardi un’intesa sulla stabilizzazione dei precari delle aziende sanitarie. 

“Si tratta di un primo passo che mette sulla linea di partenza la nostra Regione per stabilizzare le centinaia di infermieri, Operatori Socio-Sanitari, tecnici e amministrativi che da anni attendono questa misura” commentano i segretari regionali Riccardo Bartolini, Marco Bucci e Mario Renzi. “Ora la Regione sia sollecita ad attivare le stabilizzazioni appena il Ministero emanerà le ultime indicazioni”.
“Non si tratta di una concessione – sottolinea Bucci – ma di una misura di giustizia e di responsabilità che risponde in pieno alle esigenze del sistema sanitario e delle attese dei lavoratori.”
“Da troppi anni – prosegue Bartolini – rispetto ad un preoccupante invecchiamento della popolazione lavorativa anche in Sanità, si ricorre a contratti di lavoro flessibile che non fanno l’interesse del sistema della tenuta dei servizi e di una necessaria innovazione.”
“Per tali ragioni – conclude Renzi – consideriamo l’impegno della Regione e dell’assessore Saccardi, un primo segnale positivo rispetto ai bisogni del sistema e all’ interesse dei lavoratori.”
“Accanto a questo – chiosano i sindacati – sarà importante tenere alta l’attenzione sulle misure di governo delle assunzioni, rispetto alle quali la misura ragionieristica del Mef che taglia la spesa del personale a prescindere da quanto fatto fino ad adesso e allo stato di salute di ogni bilancio sanitario regionale è del tutto inadeguata e perversa.”