Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Sanità privata: sciopero Cgil-Cisl-Uil di categoria venerdì 28 giugno

Manifestazione a Firenze (ore 10, piazza Duomo). Nella stessa giornata, sciopero dei lavoratori dell’amministrazione giudiziaria

FIRENZE.  Venerdì 28 giugno sciopero per l’intero turno di lavoro nelle strutture della sanità privata toscana. “Il perdurare del blocco del Contratto Nazionale di riferimento, da oltre 12 anni – dicono Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl Toscana -, mette a serio rischio l’efficienza di servizi sanitari essenziali per i cittadini toscani, molti dei quali, peraltro, effettuati in regime di convenzione con il Sistema Sanitario regionale, creando una dinamica di dumping contrattuale che mette a rischio la tenuta dell’intero sistema”. Uno sciopero per dire forte e chiaro che il rinnovo del contratto non può più aspettare. Sono oltre 3mila gli addetti della sanità privata in Toscana interessati allo sciopero. Alle 10 in piazza Duomo a Firenze (davanti alla sede della Regione) la manifestazione regionale. 

Sempre venerdì 28 giugno, ci sarà anche lo sciopero dei dipendenti dell’amministrazione giudiziaria, in tutta Italia. “Ci sono gravissime carenze di personale e nel 2021 ci sarà un vuoto di organico pari al 50%. Il personale in servizio è anziano e pagato meno di tutti gli altri lavoratori pubblici. Si sta mettendo a serio rischio l’apertura degli uffici giudiziari”. Queste le ragioni che hanno spinto Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Pa (che chiamano in causa il ministro Bonafede) a proclamare l’agitazione.