Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

La Cisl Siena si riorganizza per offrire un miglior servizio ai cittadini

Lunedì 17 giugno si riunisce la conferenza organizzativa. Presenti Graziani, segretario organizzativo nazionale, e Cerza, segretario generale toscano

SIENA. Lunedì 17 giugno nella sede di Strada Massetana, alla presenza di Giorgio Graziani, Segretario Organizzativo CISL Nazionale e Riccardo Cerza, Segretario Generale CISL Toscana, prenderanno il via i lavori che porteranno alla riorganizzazione dei servizi offerti dalla confederazione sindacale.

Dopo un’attenta fase di analisi la scelta di CISL Siena è quella di cambiare per adeguarsi ed essere più efficiente nel fornire risposte alla sempre maggiore domanda che viene dal territorio: assegni familiari, conteggi pensionistici, consulenza contrattuale, domande di legge 104, di indennità di disoccupazione e reddito di cittadinanza sono solo alcuni dei servizi a cui – secondo CISL Siena – sarà necessario dedicare maggiori risorse incrementando sportelli ed operatori.

La giornata offrirà anche spunti per un’analisi politica di un territorio che troppo spesso non riesce a reagire come nel caso di Mercatone Uno, “dove – commenta Emanuela Anichini Segretario Generale CISL – 1800 persone si sono trovate a casa a seguito una semplice, quanto oltraggiosa comunicazione arrivata sul proprio telefonino, lesiva della dignità dell’uomo e del lavoro da sempre rivendicata dalla CISL”

Attenzione anche al caso Whirlpool e alla proposta di chiusura dello stabilimento di Napoli: “un evento – continua Emanuela Anichini – che va letto sia a livello nazionale che territoriale, dal momento che uno stabilimento storico dell’azienda ha sede proprio a Siena. Il Ministero aveva garantito di intervenire per attutire le ricadute sociali ed occupazionali. Auspichiamo che gli incontri in corso tra l’azionista americano e il nostro Governo portino alla stesura di un accordo che possa rilanciare l’azienda e garantire occupazione stabile. E anche in questo caso la CISL ha dovuto prendere atto di un’assoluta mancanza di serietà di una controparte incapace di rendersi credibile ed affidabile”.

“Per la Cisl di Siena – conclude Anichini – la Conferenza Organizzativa non è solo un momento di verifica tecnica, ma occasione di riflessione interna. La CISL è un corpo unico: categorie, servizi, pensionati e UST, siamo tutti al servizio dei cittadini.  Dobbiamo tornare al cuore della gente, intercettando bisogni e paure. Il sindacato non lo facciamo chiusi nelle nostre stanze, lo dobbiamo fare in mezzo alla gente, mettendoci la faccia. Dobbiamo riuscire a calarci sempre di più nelle realtà che dobbiamo rappresentare senza dimenticarsi mai che, noi per primi, dobbiamo essere un faro morale se vogliamo essere credibili”.