Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Terminato il corso per i tecnici che monitoreranno i ponti toscani

A Siena sono 14 le strutture per cui sono previste le prime verifiche di sicurezza

FIRENZE. Terminato ieri (18 gennaio) il primo ciclo dei corsi di formazione dei tecnici scelti dalla Federazione regionale degli ingegneri per effettuare i controlli su 164 insieme di ponti selezionati da Regione, Province, Città Metropolitana e Anci, in seguito all’accordo sottoscritto nell’agosto scorso. Durante il corso di formazione è stata approfondita la metodologia di monitoraggio messa a punto dalle Università di Firenze e Pisa per le prime verifiche di sicurezza dei ponti stradali che gli ingegneri formati metteranno in pratica già dalle prossime settimane.

“I 164 ponti – sottolinea l’assessore a infrastrutture e trasporti Vincenzo Ceccarelli – sono stati individuati sulla base di una serie di criteri oggettivi, come l’anno e il tipo di tecnologia di costruzione usata, le dimensioni e l’usura a cui sono sottoposti, partendo tuttavia dalla considerazione che dei ponti di nostra competenza, o delle Province, non ci sono situazioni particolarmente critiche, altrimenti sarebbero già stati bloccati”.

I ponti sotto esame sono così distribuiti: 15 in provincia di Massa, 8 in provincia di Pistoia, 16 in provincia di Lucca, 23 in provincia di Pisa, 12 in provincia di Livorno, 10 in provincia di Prato, 24 in provincia di Firenze, 20 in provincia di Arezzo, 14 in provincia di Siena e 22 in provincia di Grosseto. Di questi 30 sono quelli che si trovano sulle strade regionali.