Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Presentata UniPegaso, l’università telematica che sbarca a Siena

SIENA. All’Archivio di Stato è stata presentata la nuova sede d’esame dell’Università Telematica Pegaso, che approda nella città di Siena.
Raffaele Bonanni, docente di diritto del lavoro presso la Pegaso, ha illustrato brevemente in cosa consiste il mondo
dell’Università telematica, visto che è questo un quesito che gli viene posto molto spesso. Centinaia di docenti, di cui il dottor Bonanni stesso fa parte, gestiscono la variegata offerta formativa di Unipegaso, che ormai non è solo una realtà nazionale con oltre 60 sedi, ma anche europea.
Antonella Fineschi, responsabile dell’ECP Pegaso, ha descritto la convenienza economica di questo percorso di studi, la facilità di fruizione e la possibilità per uno studente di dare anche più esami in un mese grazie alla molteplicità di sedi e rotazione delle date egli appelli, avendo inoltre la garanzia di essere seguito gratuitamente in ogni fase del suo percorso di studi, dall’immatricolazione alla tesi finale. Il costo annuale della retta comprende infatti anche questo servizio, oltre che tutto il materiale di studio, dispense e test di autovalutazione, offrendo un
servizio completo senza ulteriori costi imprevisti.
Inoltre si è discusso di come Unipegaso preveda sconti ed agevolazioni per varie categorie di persone (invalidi, donne in gravidanza, forze dell’ordine, iscritti a sindacati etc…), rendendo il percorso universitario meno proibitivo in termini di costi e tempistiche.
In conclusione la dottoressa Bagnato ha sottolineato l’innovazione e il continuo aggiornamento dell’Università Pegaso che sta attirando sempre più consensi non solo tra i lavoratori e coloro che hanno famiglia ma anche tra i più giovani che decidono di studiare affidandosi all’Università telematica più famosa d’Italia, rimarcando la novità della struttura Pegaso, che permette agli studenti di non avere nessun vincolo territoriale, ma permette loro di spostarsi in base alle loro esigenze, continuando tranquillamente il loro percoso di studi.